Troops at Myanmar ruling party HQ amid leadership tensions
Esteri

Myanmar: rimosso il segretario generale del partito al potere

La mossa sarebbe tesa per impedirne la candidatura alle prossime presidenziali

Shwe Mann, il segretario generale dell'Unione per la solidarietà e lo sviluppo di Myanmar, al potere nel paese asiatico, à stato rimosso dall'incarico. "Mi hanno chiamato e detto che non c'è piu' bisogno che mi rechi nell'ufficio", ha affermato Maung Maung Thein, entrato di recente in contrasto con l'uomo forte della giunta militare birmana, il presidente Thein Sein, sul tema della riforma elettorale.

Prima della rimozione i soldati dell'esercito avevano circondato il quartier generale del partito nella capitale, Naypyitaw.

Al posto del politico rimosso, che mantiene comunque la carica di presidente della Camera, è stato nominato Htay Oo, fedelissimo del presidente Thein Sein.

La manovra sarebbe tesa a impedire che Shwe Mann, considerato molto vicino alla leader dell'opposizione Aung San Suu Kyi, si candidi alle presidenziali del prossimo 8 novembre.

Il termine per la presentazione delle candidature è domani e per Shwe Mann sarà molto difficile riuscire a sfidare il presidente.

Nel 2011 il potere in Myanmar è passato dalla giunta militare a un governo civile, anche se l'esercito, attraverso il partito Unione per la solidarietà e lo sviluppo, mantiene una piena influenza.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Obama in Myanmar: Aung San Suu Kyi icona della democrazia

Il presidente americano nella prima storica visita nel Paese: ''Sono venuto qui per porgere la mia mano in amicizia". La leader dell'opposizione birmana invita alla cautela: ''Bisogna stare attenti a non essere ingannati da un miraggio di successo''

Commenti