Alla presenza del presidente russo Vladimir Putin e di quello kazako Nursultan Nazarabaiev, oltre che dell'ultimo presidente dell'Urss Mikhail Gorbaciov, oltre 10.000 soldati sono sfilati sulla Piazza Rossa per la tradizionale parata in celebrazione del 71° Giorno della Vittoria sul nazismo al termine della II Guerra Mondiale.

Alla cerimonia hanno anche preso parte 135 mezzi bellici e 71 tra aerei ed elicotteri, inclusi i recentissimi sistemi missilistici di difesa aerea S-400 "Triumph" e il nuovo aereo militare da trasporto Ilyushin Il-76MD-90A, mostrati entrambi per la prima volta al pubblico e considerati veri "gioielli" dell'esercito russo. Una scelta non casuale, viste poi le parole del presidente Putin dopo aver deposto un mazzo di fiori sulla tomba del milite ignoto: "La vittoria nella Seconda Guerra Mondiale incorpora il meglio della natura del nostro popolo. La vittoria rappresenta il nostro orgoglio e la nostra prontezza a difendere gli interessi del nostro Paese; la vittoria è anche un forte avvertimento a coloro che desiderano testare la nostra forza".

© Riproduzione Riservata

Commenti