Esteri

Migranti, bilaterale Italia-Germania. Merkel: "Sui finanziamenti, idee diverse"

A margine dell'incontro con la Cancelliera tedesca, emerge una convergenza strategica, con qualche riserva in materia economica

Matteo Renzi meets Angela Merkel

Redazione

-

"È dovere di tutti che la scommessa Ue sull'immigrazione funzioni, siamo impegnati perché l'accordo con la Turchia possa essere incoraggiato e implementato. C'e' una forte convergenza tra Germania e Italia per un approccio carico di valori umani e dignità ma anche per offrire una proposta politica come Ue seria, credibile e di lungo periodo". Cosi' Matteo Renzi al termine del bilaterale con Angela Merkel.

Dove invece non sembra ci sia identità di vedute è sul tema dei finanziamenti: "Noi abbiamo proposto gli eurobond ma non c'è condivisione su questo argomento".

"Stimo molto il Migration Compact" proposto dall'Italia ha dichiarato poi la Merkel: "Dà un impulso importante. Sul finanziamento abbiamo idee diverse ma nello sforzo siamo dello stesso parere. Ne potremo parlare nel consiglio Ue di giugno. Bisogna risolvere i problemi in modo diverso dalla chiusura dei confini, non possiamo chiudere i confini, sono i nostri. Dobbiamo essere leali gli uni con gli altri".

Sugli eventuali finanziamenti al Migration Compact "se ci concentriamo sul bilancio Ue credo che riusciamo a farcela" anche se "nel lungo periodo occorre rivedere la nostra politica di sviluppo anche per coordinarci meglio", ha aggiunto Merkel rispondendo a chi chiedeva di eventuali soluzioni alternative agli Eurobond per finanziare il Migration Compact.
"Con la Turchia abbiamo trovato una soluzione e abbiamo utilizzato una flessibilità nel patto di stabilità", spiega Merkel ricordando di aver parlato, nel corso del bilaterale con Renzi, del fatto che, ad esempio, "servirà 1 miliardo per combattere le cause di fuga dal Niger".

Il Jobs Act è un percorso molto giusto", ha detto la cancelliera tedesca, rimarcando come sia le riforme messe in campo dal governo italiano siano "un contributo alla competitività e al fatto che i cittadini europei abbiano un miglior futuro". "E questa la direzione in cui dobbiamo andare, non solo in Italia. Anche in Germania abbiamo dei compiti da fare".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Migranti, il nodo del Brennero. Renzi: "L'Austria fa solo propaganda"

Dalla Camera al Consiglio dell'Unione Europea: la questione sul confine con l'Italia non smette di far discutere

Il passo del Brennero, i migranti e la storia - Foto

Via alpina strategica, fu un nodo cruciale tra Europa del Sud e del Nord nel XX secolo, segnato da due guerre mondiali. E oggi torna di grande attualità

Papa Francesco ai migranti: "Siete un dono, non un peso"

Commenti