Una bimba tra i campi a Idomeni
Esteri

Migranti: 90mila minori fra i richiedenti asilo nell'Unione europea

Il rapporto Eurostat, riferito al 2015, indica nella Svezia il paese più accogliente per chi ha meno di 18 anni

Eurostat ha pubblicato lunedì 2 maggio il Rapporto dedicato ai migranti inferiori ai 18 anni.

Nel 2015 sono entrati nel territorio dell'Unione europea circa 90mila richiedenti asilo minorenni non accompagnati, per un totale di circa un quarto (23%) del totale delle richieste di protezione internazionale.

A chiedere aiuto all'Europa 88.265 minorenni, provenienti soprattutto da:
Afghanistan (45.295),
Siria (14.345)
Eritrea (5.455)
Iraq (4.605)
Somalia (3.580)
Gambia (1.450).

 

La Svezia la più accogliente
La Svezia il Paese dell'Ue che più di ogni altro nel 2015 ha accolto minori non accompagnati in necessità di protezione internazionale.
Sugli 88.265 minorenni che hanno presentato domanda di asilo all'Unione europea lo scorso anno, 35.250 sono stati presi in consegna dalla autorità di Stoccolma.
Un impegno che supera di gran lunga quello della Germania, secondo Paese Ue per numero di minori non accompagnati accettati nel Paese (14.440).

Oltre la metà dei minori di nazionalità afghana nel 2015 è stata registrata in Svezia (23.400 su 45.295 richieste totali di asilo), mentre a farsi carico dei richiedenti asilo provenienti dalla Siria sono stati soprattutto Germania (4.000 registrazioni sulle oltre 14mila presentate in tutta l'Ue), Svezia (3.800) e Ungheria (2.200).

In Italia
L'Italia nel 2015 ha accettato in totale 4.070 richieste di asilo di minori non accompagnati, tutti africani: 1.200 di nazionali del Gambia, 580 di nazionali della Nigeria, e 450 del Senegal.

(Agi, Eurostat)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti