Rita Fenini

-

Mentre su Twitter il Presidente Trump esulta e parla di uno "straordinario successo" dell'ala repubblicana, quello che emerge dalle Midterm 2018 è che i repubblicani si rafforzano al Senato e i democratici riconquistano - dopo 8 anni - la maggioranza alla Camera

Successo rosa e minoranze

Vera novità di queste elezioni di metà mandato le oltre cento le donne elette che hanno conquistato un seggio a Capitol Hill: tra queste, spiccano le democratiche Ilhan Omar (rifugiata scappata dalla Somalia) e Rashida Tlaib (figlia di palestinesi), prime donne musulmane elette in Congresso, rispettivamente in Minnesota e Michigan.

Alexandria Ocasio-Cortez, membro dell'ala sinistra del partito democratico, con i suoi 29 anni è invece la parlamentare più giovane della storia 

Vicinissima al successo anche la democratica afro americana Stacey Abrams, in lizza per il governo della Georgia, battuta per un soffio dal repubblicano Brian Kemp: ma lei, in attesa dei risultati definitivi, non si da ancora per vinta

In Colorado, nella sfida fra i governatori, il democratico Jared Polis è invece il primo governatore USA dichiaratamente gay

Ted Cruz e gli altri repubblicani

Appoggiato da Trump, al termine di una corsa non senza ostacoli, il senatore uscente del Texas Ted Cruz ha avuto la meglio sul democratico Beto O'Rourke; Mitt Romney ha vinto per il Senato in Utah e Ron DeSantis ha battuto il democratico progressista, ex sindaco di Tallahassee, Andrew Gillum, che sarebbe potuto diventare il primo governatore afro-americano della Florida

E intanto, Nancy Pelosi, leader dei democratici alla Camera, assicura che "Domani sarà un nuovo giorno in America" ...

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Midterm, buon segno per Trump che tiene il Senato

Ai Democratici non basta aver preso la Camera. Adesso, è tempo di ricostruire la leadership del partito dell’asinello

Usa: elezioni di Midterm. I risultati. Trump si tiene il Senato ma perde la Camera

I Repubblicani confermano la maggioranza al Senato ma dopo 8 anni perdono la Camera

Usa, voto di Midterm: cos’è, sondaggi e cosa potrebbe accadere a Trump

Il 6 novembre si vota per il rinnovo di parte del Congresso. Così il presidente si gioca il suo futuro

Commenti