Esteri

Londra, attentato nella metropolitana: cosa sappiamo finora

Esplosione alla stazione di Parsons Green. 22 feriti. Ordigno artigianale, Isis rivendica

Treno londra parsons green metro

Redazione

-

Questa mattina alle 7:20 Gmt c’è stata un’esplosione sulla metropolitana di Londra alla stazione di Parsons Green a Fulham, sulla linea District della Tube. Ci sono 22 feriti ricoverati per ustioni o traumi causati dalla calca e dalle cadute durante il panico seguito alla deflagrazione. Nessuno dei feriti è grave.

Un contenitore bianco dentro un sacchetto di un supermercato Lidl è esploso all’interno di un vagone e ha preso fuoco. 
Scotland Yard ha definito l'esplosione di Parsons Green un atto di terrorismo.

In serata l'Isis ha rivendicato l'attentato sulla metropolitana con una nota pubblicata dall'agenzia Amaq.

 

Le indagini sono condotte dall’unità antiterrorismo di Scotland Yard, S015 che è subentara alla British Transport Police, in un primo momento incaricata delle attività di investigazione. La Bbc dice che Scotland Yard ha smentito la presenza di un uomo con il coltello.

Reuters riporta che secondo le prime analisi, Scotland Yard ritiene che l’ordigno sia un improvised explosive device, (Ied): una bomba rudimentale dunque, pensata però per uccidere o ferire gravemente chi si trova molto vicino all’esplosione. L’ordigno però, secondo gli artificieri è deflagrato solo parzialmente. 

A Londra intanto sarebbe in corso una "caccia all'uomo", come l'ha definita il sindaco della città, Sadiq Khan. Vengono esaminate le registrazioni delle telecamere di sicurezza per trovare indicazioni su chi ha lasciato l'ordigno.


1205318

La mappa di Londra: evidenziata la zona a Fulham dove si trova la fermata della metropolitana di Parsons Green, 15 settembre 2017 (Google Maps/Scribble Maps)

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Londra, l'attentato del 3 giugno in 15 foto

Una selezione di immagini tra le più significative dell'attacco terroristico jihadista che ha colpito la capitale britannica

Parigi, Londra, Bruxelles: perché sono le “capitali del terrorismo”

L'illusione del multiculturalismo in una rete europea che si è sviluppata con la penetrazione lenta di salafiti e wahhabiti nelle periferie

Attentati a Barcellona e Cambrils: chi sono le vittime

Sale a 16 il numero dei morti, il più piccolo ha solo 3 anni. Hanno perso la vita anche 2 italiani e un'italoargentina. L'ultima, una donna tedesca

Chi sono le vittime degli attentati di Parigi

Francesi e 14 nazionalità diverse tra i 130 morti nella notte del terrore di Parigi. Ecco le loro storie

Attentato di Barcellona: chi erano Bruno Gulotta e Luca Russo, le vittime italiane

35 anni e padre di due figli il primo, era in vacanza con la famiglia. Giovane ingegnere di 25 anni l'altro, era sulla Rambla con la fidanzata

Londra: l'attentato sui fedeli islamici a Finsbury Park - FOTO e VIDEO

Un uomo si è scagliato contro la folla che usciva al termine della preghiera del Ramadan. Un morto accertato e molti feriti

Che cosa ci racconta l’attacco “contro i musulmani” di Londra

Il furgone piombato sulla folla fuori dalla Moschea di Finsbury Park è il più chiaro segnale del disagio sociale ed economico britannico

Londra: il primo video dopo l'attentato con un furgone alla Moschea

Attentato a Londra: chi è l'eroe spagnolo dello skateboard

Ignacio Echeverría, ucciso dall'Isis, non ha esitato a usare il suo skate per difendere una donna aggredita dai terroristi a London Bridge

Londra, chi sono i terroristi del ponte e del Borough Market

Khuram Butt, 27 anni, origini pakistane e Rachid Redouane, 30, marocchino-libico, Youssef Zaghba, 22 anni, italo-marocchino

Londra: il video dell'uccisione dei tre attentatori

Pubblicato in esclusiva da The Sun mostra il momento in cui la polizia abbatte i terroristi

Londra: la Polizia uccide i terroristi al Borough Market

Attentato a Londra: chi sono le 8 vittime e i feriti gravi

Oltre a Christine Archibald, una canadese trovato il corpo dello spagnolo Ignazio Echevarria. Nel Tamigi il cadavere del francese Xavier Thomas

Il discorso di Theresa May dopo l'attentato di Londra

Il premier britannico dichiara di voler rivedere la strategia anti-terrorismo e dichiara: "enought is enough", quando è troppo, è troppo

Attentato a Londra: le reazioni nel mondo

Dai tweet a raffica di Donald Trump alle parole del Papa, dal comunicato di Angela Merkel al telegramma di Vladimir Putin

Commenti