Il giallo del sequestro del cargo Usa nel golfo Persico

Al Arabya: i 34 marinai a bordo sarebbero stati portati nel porto di Bandar. Ma il Pentagono smentisce

cargo

– Credits: GETTY IMAGES

Secondo Al Arabya, l'Iran avrebbe sequestrato un cargo americano e i 34 marinai a bordo portandoli nel porto di Bandar Abbas, nel sud del Paese. Sempre secondo il network satellitare panarabo , prima di procedere con il sequestro, sarebbe stati lanciati dei colpi di avvertimento in direzione dell’imbarcazione.  I dubbi però sono molti. Anche perché un portavoce del Pentagono ha detto che il cargo in realtà batteva bandiera delle Marshall Island e non aveva cittadini americani a bordo.

Se la notizia fosse confermata, comunque, sarebbe quasi impossibile per Barack Obama concludere l'accordo sul nucleare con il regime degli ayatollah contro il quale è già partito  nel Congresso Usa il fuoco di sbarramento delle opposizioni repubblicane.

A seguito della notizia sul sequestro il prezzo del barile di greggio ha cominciato a correre sui principali mercati internazionali.  Bandar Abbas si trova nello Stretto di Hormuz tra il Golfo Persico e il Golfo di Oman.

Barack Obama ha intimato la scorsa settimana le autorità di Teheran di non inviare armi ai ribelli sciiti in Yemen contro i quali l'Arabia saudita, guida di una vasta coalizione di Paesi arabi sunniti, sta effettuando una campagna di bombardamenti aerei. La marina americana, secondo un'altra fonte, ha inviato nel golfo di Aden la portaerei Theodore Roosevelt e un cacciatorpediniere  per verificare che cosa è accaduto.

© Riproduzione Riservata

Commenti