Schiaffo all'Onu: no al governo di unità nazionale in Libia

Il parlamento di Tobruk non dà il suo ok alla nascita dell'esecutivo di riconciliazione al quale aveva lavorato l'inviato speciale Martin Kobler

Aguila Saleh Issa all'ONU

Il Presidente del Parlamento di Tobruk (Libia), Aguila Saleh Issa. – Credits: EPA/JASON SZENES

Il Parlamento di Tobruk ha respinto la proposta di governo di unità nazionale presentata il 19 dicembre dal consiglio presidenziale libico sotto la supervisione delle Nazioni Unite e siglata a dicembre in Marocco. A darne notizia è l'account twitter del Libya al Hurra, tra i quotidiani più autorevoli del Paese. Hanno votato contro 89 deputati sui 104 presenti.

 Al termine della seduta il Parlamento ha però chiesto ai due membri del consiglio di presidenza del governo di riconciliazione, Omar al Aswad e Ali al Qatarani, che nei giorni scorsi si erano autosospesi contestando la nomina dei ministri, di proseguire nel loro lavoro di ricucitura per la formazione di una nuova squadra di governo. Per le Nazioni Unite si tratta comunque - dopo mesi di estenuanti trattative con le diverse anime che compongono il puzzle libico  - di uno schiaffo politico che, dopo il fallimento dell'azione politico-diplomatica dell'inviato speciale Bernardino Leon, rischia di compromettere anche il lavoro del suo successore, Martin Kobler

Il complicatissimo punto di equilibrio  tra le tre storiche province della Libia e i relativi interessi (Tripolitania, Cirenaica e Fezzan)  - che aveva consentito l'avvio del processo di riconciliazione, con la nomina preliminare di un esecutivo-monstre di 22 ministri e 44 viceministri - necessitava infatti l'approvazione dei due Parlamenti rivali, quello di Tripoli e quello di Tobruk. Dopo il no di Tobruk diventa persino superfluo il voto della camera tripolina. Per la comunità internazionale - che cullava l'idea di un intervento militare su invito del neonato governo di unità nazionale - si tratta indubbiamente di una sconfitta che rallenterà qualsiasi opzione sul terreno per riportare la pace nel Paese. Il lavorìo diplomatico proseguirà nelle prossime ore e nelle prossime settimane.

haftar

Truppe leali al generale Haftar – Credits: GETTY IMAGES

Il fragile governo di unità nazionale in Libia
© Riproduzione Riservata

Commenti