Rita Fenini

-

Un treno passeggeri Amtrak (società semigovernativa di trasporto extraurbano su ferrovia negli Stati Uniti) è deragliato mentre percorreva un ponte a Sud di Seattle: un vagone è precipitato su una corsia dell'autostrada Interstate 5, una delle principali e più trafficate arterie della zona, mentre un altro è rimasto sospeso.

Diverse automobili e un camion sono stati travolti. Il bilancio delle vittime è di 3 morti e di un centinaio di feriti.

Come riportato da fonti Ansa, il tratto della linea ferroviaria nello Stato di Washington dove il convoglio è deragliato era stato da poco sottoposto ad un progetto di ammodernamento del valore di 181 milioni di dollari, per consentire di aumentare la velocità dei treni. Tuttavia, il treno pare viaggiasse a una velocità di quasi 130 chilometri orari (80 miglia orarie) mentre il limite in quel tratto era meno di 50 (30 miglia/h). È quanto
avrebbe rivelato la "scatola nera" collocata nel locomotore di coda del convoglio.

La portavoce della società che gestisce la rete ferroviaria locale, Kimberly Reason, ha affermato che erano state effettuate ampie verifiche e approfonditi test prima dell'inaugurazione del nuovo servizio. Nell'occhio del ciclone è finita comunque la rete ferroviaria degli Usa, e più in generale lo stato delle infrastrutture nel Paese, le stesse che il presidente Donald Trump ha promesso di "ammodernare".


© Riproduzione Riservata

Commenti