Banksy Brexit
Esteri

Le elezioni britanniche e l'ultima opera di Banksy (che non è un murale)

Ma un invito a fotografare il voto contro i conservatori. Per chi accetta, un disegno in regalo. La polizia ha avviato un'indagine

Pochi artisti contemporanei sono riusciti a unire arte e politica come lui, il celebre quanto misterioso autore di graffiti che ha fatto della protesta civile un'espressione artistica.

Stiamo, ovviamente, parlando di Banksy, e della sua ultima "opera", una stampa certificata di un disegno di Banksy in regalo a chiunque "voti contro il Partito Conservatore" di Theresa May alle elezioni britanniche di giovedì 8. E' l'ultima, provocatoria iniziativa dell'artista originario di Bristol e ha già innescato l'avvio di un'indagine preliminare della polizia.

- LEGGI ANCHE: Regno Unito, elezioni politiche 2017: la guida completa

Banksy si rivolge, attraverso messaggi diffusi online, agli elettori di tutti i collegi di Bristol e dintorni. E fa sapere che il premio verrà accordato a chiunque provi il voto anti-Tory fotografando con il telefonino la scheda segnata.

- LEGGI ANCHE:

Per la polizia, si tratta di un potenziale tentativo di condizionamento della competizione elettorale, oltre che di violazione della segretezza del voto. Di qui l'inchiesta.

Al momento nessuno risulta indagato visto che l'identità di Banksy resta ignota. Ma gli investigatori avvertono che chiunque accettasse l'offerta potrebbe essere "perseguito".

- LEGGI ANCHE: Banksy: scoperta l'identità, è Robin Gunnigham


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti