Chiara Degl'Innocenti

-

Cosa si sa sulla famiglia Macron? Di quella d'origine del neo presidente francese e di quella acquisita? Molto si è scritto della storia d'amore tra Emmanuel e Brigitte, ma tra le note che saltano di più all'occhio torna sempre fuori l'età della Trogneux, più grande del marito di 24 anni. Quando ha incontrato Emmanuel Macron alle lezioni di teatro, infatti, lei ne aveva 39. E lui era uno studente di appena 16. Una storia, la loro, che poteva sembrare impossibile, che non avrebbe mai portato dei figli e che, proprio dalla famiglia di lei, sarebbe stata osteggiata. Niente di falso.

I genitori di Emmanuel
Il giovane Macron incontra quella che diventerà la sua futura moglie quando aveva appena chiuso con un'altra fidanzata, nel 1993 "una ragazza dell'età di nostro figlio che aveva presentato a casa una sola volta" e con cui aveva avuto una breve relazione di qualche mese, ricorda Macron senior in un'intervista pubblicata sul libro Emmanuel Macron: Un Jeune Homme Si Parfait da Anne Fulda, la scrittrice che racconta la storia del neo presidente francese e del mondo borghese della provincia di Amiens.

La relazione con la Trogneux era nata in clandestinità, tra i banchi di scuola appunto. I genitori raccontano che ne erano venuti a conoscenza solo dopo un viaggio che i due avevano deciso di fare insieme senza avvertire le famiglie (all'epoca Brigitte era sposata e aveva già tre figli). Per la madre si trattava di un fuoco di paglia, mentre il padre aveva già capito che la relazione sarebbe potuta andare avanti. Così, a causa dell'enorme differenza di età e del ruolo della Trogneux, della minore età di Emmanuel e dei problemi che i due avrebbero potuto avere vivendo in provincia, i due genitori prima chiesero un colloquio con Brigitte per convincerla a troncare questo rapporto e poi imposero al figlio di finire gli studi a Parigi.


I figli di Brigitte
Se da parte dei genitori di Emmanuel c'era dell'ostilità iniziale, i figli di Brigitte si sono sempre dimostrati a favore di questa relazione. La figlia maggiore, Laurence (40 anni), era in classe di Macron. Secondo lei: "Un ragazzo perfetto e di grande cultura", adesso è un'affermata cardiologa. Grande sostegno e stesso pensiero anche da parte del fratello Sebastian (quasi 42 anni) che, ingegnere, ha due anni in meno del candidato di En Marche. Figura di spicco invece all'interno della vita, anche politica del neo presidente, è la piccola Tiphaine Auzière (33 anni) che lavora al suo fianco come attivista nel movimento. Madre di due figli è avvocato al tribunale del lavoro di Francia.

Nessun figlio biologico dunque per Emmanuel Macron, ma una grande famiglia allargata e unita. A dimostrarlo la presenza in prima fila alle celebrazioni del 7 maggio di Sébastien, Laurence e Tiphaine, della nuora e dei generi (più la partecipazione dei sette nipoti) che si sono rivelati grandi sostenitori della coppia e protagonisti della campagna elettorale, oltre che del quinquennio presidenziale.

LEGGI ANCHE: Perché Macron può davvero vincere le presidenziali francesi LEGGI ANCHE: Elezioni in Francia, Macron vince il primo dibattito tv LEGGI ANCHE: Emmanuel Macron si aggiudica il primo confronto in tv LEGGI ANCHE: Il programma economico di Macron


E quando Marine Le Pen nel discorso del Primo Maggio a Parigi aveva ruggito contro Macron sostenendo che non potesse occuparsi del futuro dei francesi non avendo avuto figli, il quasi presidente aveva ribatutto: "Ho figli e nipoti del cuore. Una famiglia che si deve costruire è una famiglia che va conquistata, è una famiglia che non ti deve niente". 

Al suo matrimonio, nel 2007, nel suo discorso Emmanuel non aveva scordatoi di menzionare i suoi figli acquisiti: "In particolare vorrei ringraziarli perché avrebbe potuto essere per loro molto difficile. E invece grazie a loro è stato possibile". Mentre la figlia più piccola di Brigitte aveva detto: "Ha fatto sempre molta attenzione a noi. Ha scelto mia madre e anche i suoi figli. L’una non andava senza gli altri. Siamo la sua famiglia".

© Riproduzione Riservata

Commenti