La Corea del Nord riavvia l'impianto nucleare di Yongbyon

Obiettivo: produrre il combustibile per gli ordigni atomici e minacciare i Paesi vicini

 

La Corea del Nord ha annunciato di aver rinnovato e riattivato tutti gli impianti di produzione del combustibile per gli ordigni atomici presso la struttura di Yongbyon. È quanto riferisce l'agenzia ufficiale Kcna. L'obiettivo dell'iniziativa, che è destinata ad alimentare nuove tensioni tra Pyongyang e il resto del mondo, è migliorare le armi nucleari in "qualità e quantità". "Tutti gli impianti di Yongbyon, tra cui le strutture di arricchimento dell'uranio e il reattore da 5 megawatt, sono stati riorganizzati, modificati o riadattati e hanno cominciato il loro funzionamento normale", ha commentato un non meglio identificato direttore dell'Istituto per l'energia atomica, nel dispaccio rilanciato dalla Kcna, avvertendo che la Corea del Nord è pronta a usare armi nucleari contro gli Usa e gli altri Paesi "ostili" vero Pyongyang.

L'annuncio sul riavvio delle strutture nucleari sono maturate all'indomani di quello sui preparativi completati per il lancio di "satelliti" con razzi a lungo raggio, ritenuti dai Paesi occidentali missili destinati a montare potenzialmente anche testate atomiche: operazioni che potrebbero avvenire il prossimo mese, in occasione della festa del Partito dei Lavoratori.

© Riproduzione Riservata

Commenti