Chiara Degl'Innocenti

-

Non passa giorno che i Trump non si facciano notare per qualcosa. Oggi tocca alla figlia prediletta del Tycoon, Ivanka che da first daughter passa di rango e viene "incoronata" First Lady. Dopo depistaggi e smentite è arrivata infatti la notizia ufficiale: Ivanka avrà un suo ufficio all'interno della Casa Bianca e, come afferma la sua legale Jamie Gorelick, sarà a tutti gli effetti "occhi ed orecchi del presidente". A Washington, tra telefoni e computer governativi, lei sarà una vera dipendente a tempo pieno dell'amministrazione Trump anche se non avrà un ruolo ufficiale e un salario. 

Ivanka, la vera First Lady
Ricevuto il nulla osta della sicurezza per accedere alle informazioni classificate, la figlia di Donald sembra ricoprire sempre di più un ruolo centrale nella vita del padre. E a lui sarà sempre più vicina. Come una First Lady, appunto, anche se non riceverà nemmeno una paghetta simbolica: primo perché non ne ha bisogno (viste anche le dimensioni del patrimonio di famiglia), ma soprattutto perché una legge contro il nepotismo del 1967 proibisce al Presidente degli Stati Uniti di assumere parenti. Ciò nonostante a casa Trump il potere sembra concentrarsi tutto in casa. Dopo la carica a consigliere del presidente affidata al marito Jared Kushner, adesso la figlia Ivanka si siederà dietro la scrivania di un ufficio al secondo piano della West Wing, l'ala nobile della Casa Bianca e il luogo dove si concentra il potere americano.

E Melania?
Per ora quella scrivania sopra lo studio Ovale fa storcere il naso ai benpensanti che sostengono apertamente: "Ivanka apre un negozio alla Casa Bianca", come ironizza l'autorevole sito Politico. Come dire, un bel salto in avanti per la stilista interessata a profumi e vestiti. Chissà cosa ne pensa Melania che risiede per comodità, o forse per il volere di qualcuno ben più in alto di lei, fuori porta, ovvero nel palazzone kitsch di Palm Beach a Mar-a-Lago. Più volte nelle immagini circolate Melania è sempre apparsa molto triste (vedi il video qui sotto) e, spesso, i suoi calorosi sorrisi si sono spenti non appena le sembrava di non essere più inquadrata.

Incarico di prestigio senza precedenti
Proprio sopra all'ufficio del grande capo e con un incarico senza precedenti: ''Continuerò a offrire a mio padre i miei consigli, come ho fatto per tutta la mia vita. Anche se non c'è un precedente moderno di una figlia adulta del presidente - spiega Ivanka -, seguirò volontariamente le norme etiche alle quali sono soggetti i dipendenti pubblici''.

Cosa accadrà al marchio di abbigliamento e gioielli
E perché non ci siano chiacchiere sul conflitto d'interesse proprio la figlia del presidente si dice pronta a fare un passo indietro rispetto al suo marchio di abbigliamento e di gioielli, per la cui società è stato creato un trust nel tentativo di calmare tutte le critiche. Inoltre il brand non potrà più usare la sua immagine per la pubblicità. A dimostrazione di questo sull'account Twitter di Ivanka le foto delle sue collezioni sono state sostituite con quelle che la immortalano con capi di stato.

© Riproduzione Riservata