Isis: il video choc dell'uomo a cui hanno tagliato braccia e gambe

Un nuovo filmato dell'orrore di cui il Daily Mail pubblica solo un fotogramma: crocefisso a un palo, gli vengono tagliati gli arti

Isis

La foto-choc del Daily Mail relativa al prigioniero Isis prima legato a una croce e poi privato degli arti – Credits: DailyMail

Redazione

-

Nuovo video dell'orrore dell'Isis, secondo il quotidiano britannico Daily Mail. Un uomo verrebbe prima legato ad una croce, poi gli sarebbero state tagliate braccia e gambe. Secondo il tabloid, si tratta di un nuovo video di quattro minuti, con l'intervista della vittima e la sua brutale condanna in quanto reputato una spia. Secondo gli esperti contattati dal Mail si tratta di un video autentico, con i soliti standard di qualità ed è probabilmente il primo di una serie.

Il Mail pubblica soltanto un fotogramma del video, giudicando le immagini troppo violente per essere messo sul sito del quotidiano. Il filmato è intitolato "Deterring the Spies 1", il che fa supporre che ci saranno altre esecuzioni dello stesso tipo.

Secondo un esperto mediorientale, Jawad Al-Tamini, il jihadista esecutore cita altre quattro "spie" che verranno presto uccise dai militanti dell'Isis. Come di consueto, sono state utilizzate camere ad alta definizione e il montaggio è sofisticato, come anche la colonna sonora. L'esecuzione si svolge nel deserto, probabilmente in Iraq, dato che la 'spia' parla con l'accento iracheno. L'uomo, a cui viene tagliato una mano e un piede, veste la tuta arancione dei prigionieri di Guantanamo e viene forzato a sdraiarsi per terra con la faccia all'ingiu' prima di essere sgozzato

 
© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Isis, video shock, torture a un ragazzo di 14 anni - Foto

Il filmato è stato diffuso dalla Bbc con l'intervista allo stesso giovane, riuscito a fuggire in Turchia dopo le violenze

L'Isis ha chiuso la grande diga di Ramadi

L'obiettivo dei miliziani è quello di ridurre il livello delle acque del fiume Eufrate per passare all'offensiva nelle aree controllate dal governo

Ora l'Isis dichiara guerra agli islamisti libici

Il governo di Tripoli chiede l’intervento all'esecutivo di Tobruk - riconosciuto dalla comunità internazionale - per fermare lo Stato Islamico

Vivere ad Aleppo con l'Isis alle porte

Padre Ibrahim dell'ordine Custodia di Terra Santa: l'embargo della Siria porta i prezzi dei beni alimentari alle stelle. Un litro di latte costa 6 dollari

Commenti