Esteri

Usa, annuncio del Pentagono: ucciso il n°2 dell'Isis

Si tratta di Abdel Rahmane al-Qadouli, vittima di un raid aereo americano condotto nel corso del mese

carter_isis

Proprio mentre a Bruxelles erano in corso le operazioni anti-terrorismo correlate agli ultimi attentati, il segretario alla Difesa americano Ashton Carter ha convocato una conferenza-stampa per annunciare l'uccisione del n°2 dell'Isis, Abdel Rahmane al-Qadouli, nel corso di un raid aereo americano, senza però specificare se lo stesso sia avvenuto in Siria on in Iraq.

L'operazione, ha quindi precisato un alto funzionario statunitense, ha avuto luogo questo mese ed è poi appunto stata seguita dalla conferma dell'eliminazione di al-Qadouli, considerato uno dei possibili successori del leader dell'Isis Omar al Baghdadi (anche se alcuni analisti sostengono che le sue origini turcomanne rendevano la cosa improbabile), oltre che "ministro delle Finanze" del Califfato.  

Rispondendo alle domande dei giornalisti, Carter ha anche affermato che "non ci sono dubbi" sul fatto che i personaggi nel mirino delle operazioni Usa "facciano parte di quell'apparato in Siria e Iraq che lavora per reclutare e addestrare per l'Isis".


© Riproduzione Riservata
tag:

Commenti