L'India rottama gli storici taxi FIAT

I premier Padmini, icone bicolori del trasporto di Mumbai, vengono dismessi a causa dell'età. Ma in molti protestano

Anna Mazzone

-
 

Il tempo passa inesorabile e anche le automobili invecchiano. Il governo di Nuova Delhi adesso ha una parola d'ordine: rottamazione. Presto verranno messi in garage tutti i famosi premier Padmini, gli storici taxi neri e gialli di Mumbai, la capitale finanziaria dell'impero indiano. Sono taxi anche un po' nostri, perché sono fabbricati su licenza della FIAT, e in molti in India li chiamano semplicemente i "taxi FIAT". Ora ce ne sono 9.000, ma negli anni '70 ne circolavano più di 60.000. Rappresentano un'epoca che non c'è più, ma in molti protestano e vogliono tenerli ancora in vita. Costano poco e vengono presi da tutti, ricchi e poveri. Rottamarli - dicono a Mumbai - è come dismettere un vecchio saggio solo a causa della sua età. Ma il governo non ha intenzione di fare retromarcia: inquinano troppo e sono obsoleti. Nella nostra fotogallery un omaggio ai taxi FIAT indiani destinati a un'imminente estinzione.

© Riproduzione Riservata

Commenti