Le inondazioni causate dalla piogge torrenziali che negli ultimi cinque giorni si sono abbattute su 18 dei 32 distretti dello Stato nord-orientale indiano dell'Assam hanno causato 13 morti e colpito 616.000 persone, abitanti in 1.100 diverse località. Lo ha comunicato il responsabile dell'Autorità per la gestione dei disastri (ASDMA), Pramod Kr. Tiwari. Oltre 250 campi temporanei di accoglienza sono stati allestiti per soccorrere la popolazione con rifornimenti di acqua e cibo.

Dopo esser state assenti per buona parte di luglio, nelle scorse settimane le piogge monsoniche sono divenute particolarmente intense già in altre aree del Paese, colpendo, in particolare, gli Stati del Gujarat e del Rajasthan. Dall'inizio di agosto, in tutta l'India, si sono contati oltre 200 morti e più di 13 milioni di sfollati.  

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti