Immigrazione: doppia tragedia nel mar Egeo

Sedici migranti sono morti mentre, dalla Turchia, cercavano di raggiungere le isole di Kalymnos e Lesbo

mar_egeo

Il salvataggio di un barcone carico di migranti nel Mar Egeo – Credits: GETTY IMAGES

Sedici migranti, tra cui tre bambini di 2, 5 e 9 anni, hanno perso la vita in due diversi naufragi al largo dell’Egeo, avvenuti domenica 17 ottobre. Nel primo episodio, i tre piccoli sono morti, insieme a una ragazza di 16 anni, mentre tentavano di raggiungere l’isola di Kalymnos a bordo di un barcone che si è rovesciato durante la traversata. La Guardia Costiera greca è riuscita a salvare altri 13 migranti mentre un altro bambino risulta ancora disperso.

In un secondo naufragio, avvenuto al largo delle coste turche,  le vittime sono dodici: i migranti sono morti mentre tentavano di raggiungere Lesbo. I soccorritori sono riusciti a salvare 25 persone. Il barcone era salpato da Ayvalik, nel nord-est della Turchia. Secondo l’agenzia per i rifugiati dell’Onu, nel 2015 sono arrivate in Grecia quasi 400mila persone.

Immigrazione, emergenza in tutta Europa
© Riproduzione Riservata

Commenti