I numeri della drammatica crisi umanitaria in Medioriente

200 mila morti e 12 milioni di profughi in fuga dai conflitti che hanno insanguinato Siria, Iraq e Gaza negli ultimi mesi. La Cri lancia un appello: "Situazione tragica, aiutiamoli"

Una donna siriana in un campo profughi delle Nu – Credits: GETTY

200 mila morti e 12 milioni di profughi in fuga dai conflitti che hanno insanguinato il Medioriente negli ultimi due mesi. È il drammatico bilancio stilato in queste ore da Agire e Croce Rossa Italiana, da sempre in prima fila nel portare soccorso alle popolazioni colpite dalla guerra, che hanno lanciato un appello per raccogliere aiuti. Nella regione, nel complesso, sono più di 14 milioni di persone che hanno bisogno di aiuti umanitari per sopravvivere con dignità.  

GAZA: 500 MILA SFOLLATI

L'escalation di violenze nel conflitto tra Israele e Hamas ha causato una crisi umanitaria gravissima. Circa 1,8 milioni di persone non hanno accesso, se non limitato, a cibo, acqua e cure mediche. Oltre 500 mila - poco meno di un terzo della popolazione gazawa –  hanno lasciato le proprie case. La tregua raggiunta nelle ultime ore, se mantenuta, permetterà agli operatori umanitari di ampliare i programmi di assistenza già in corso, che sotto le bombe procedevano a organico e mezzi ridotti per problemi di accesso e sicurezza.

IRAQ: 1,5 DI PERSONE IN FUGA

Le milizie islamiste dell’ISIS hanno messo a ferro e fuoco le province settentrionali del paese:  il numero di sfollati è salito fino a 1,45 milioni. Almeno 400 mila persone hanno trovato un rifugio precario in scuole, parchi ed edifici abbandonati oppure sono ancora rifugiate sulle montagne. L’assistenza nei loro confronti - resa quasi impossibile dalle difficili condizioni sul terreno - è urgente.

SIRIA: FUGA DI MASSA DALLA GUERRA

La guerra civile che si trascina da più di 3 anni, con drammatiche conseguenze nei paesi confinanti, ha continuato a mietere vittime e gli ultimi dati parlano di 191 mila morti. Secondo le Nazioni Unite, le persone che dipendono dagli aiuti umanitari sono 10,8 milioni, ovvero il 50% dell’intera popolazione prima dell’inizio della guerra. Gli sfollati - la metà dei quali minorenni - sono 6,5 milioni, tre milioni dei quali riparati nei Paesi vicini, i restanti costretti comunque a lasciare le loro abitazioni e a trovare ripari di fortuna presso amici, parenti e associazioni.

I canali attraverso cui è possibile effettuare una donazione a queste due organizzazioni sono il numero verde 800.132.870, la donazione online sul sito www.agire.it , il bonifico bancario su conto corrente IT64 R 03359 01600 100000013915 intestato ad AGIRE onlus, presso BancaProssima, Causale: “Emergenza Medio Oriente” o per posta  sul conto corrente postale n. 4146579 o bonifico postale al seguente IBAN: IT 64 M 07601 03200 000004146579, intestato ad AGIRE onlus, Via Aniene 26/A - 00198 Roma, Causale: “Emergenza Medio Oriente”
 

© Riproduzione Riservata

Commenti