I bodyguard di Marine Le Pen picchiano un giornalista

Il motivo? Una domanda indiscreta sull'assunzione fittizia di alcuni assistenti parlamentari del FN nel parlamento europeo: il video

marine-lepen

Il leader del Front National Marine Le Pen – Credits: JEAN-SEBASTIEN EVRARD/AFP/Getty Images

Un giornalista della trasmissione francese Quotidien di TMC è stato picchiato dalle guardie del corpo di Marine Le Pen, il candidato di estrema destra all'Eliseo. L’aggressione è stata determinata da una domanda in merito al caso che angustia la leader del Front National in questi giorni: l'accusa, mossa dall’Ufficio anti frodi dell’UE, Olaf, di aver assunto come assistenti parlamentari dipendenti del Front National, per ricevere fondi comunitari (300 mila euro) destinati al supporto della sua attività, senza che queste persone abbiano mai svolto tali compiti.

È un caso per certi versi analogo allo scandalo che sta coinvolgendo il vincitore delle primarie golliste, Francois Fillon, accusato di aver pagato sua moglie Penelope come assistente parlamentare per anni, senza che lei svolgesse alcuna attività. Uno scandalo che ha visto il partito di Marine Le Pen insolitamente silente, per ovvie ragioni, in questi giorni.  

Leggi anche: Chi si avvantaggia dallo scandalo Fillon

© Riproduzione Riservata

Commenti