Rita Fenini

-

L'eruzione ininterrota del vulcano Kilauea è una delle più vaste degli ultimi decenni e, dal 3 maggio ad oggi, ha già distrutto un centinaio di abitazioni, costringendo alla fuga gli abitanti di Pahoa, il centro abitato più vicino all'area vulcanica, diventato oramai una zona desertica

Mentre si continuano a registrare nuove esplosioni, nei giorni scorsi il fiume di lava ha raggiunto l'Oceano Pacifico, dove, a contatto con l'acqua, si sono formate enormi, bianche nuvole  tossiche

Nelle ultime settimane, secondo quanto riferito dagli esperti della United States Geological Survey, la roccia fusa si è solidificata poco lontano dalla costa, creando un nuovo piccolo isolotto

Tra gli episodi più gravi dell'eruzione del Kilauea, la "bomba di lava" che il 17 luglio ha sventrato il tetto di un'imbarcazione di turisti impegnati in un "lava -tour": 23 i feriti, di cui 13 finiti in ospedale con fratture ed ustioni

"Non c’era nessun posto sicuro dove andare. Avevi pochi metri a disposizione e tutti cercavano di nascondersi nello stesso punto. È stato veramente terrificante", ha raccontato un passeggero alla Bbc.



© Riproduzione Riservata

Commenti