Chi è Gina Haspel, la prima donna a capo della Cia

Personaggio controverso, ha gestito il programma di torture contro i sospetti membri di Al-Qaida

Donald Trump

Il presidente Donald Trump parla nei quartieri generali della Cia, 21 gennaio 2017, Langley, Virginia. – Credits: Olivier Doulier - Pool/Getty Images

Redazione

-

Per il nuovo gioco di poltrone orchestrato da TrumpGina Haspel diventa la prima donna a capo della Cia. Il presidente statunitense ha rimosso Rex Tillerson da segretario di Stato, nominando al suo posto il capo della Cia Mike Pompeo. Gina Haspel va ad occupare la sedia lasciata libera da quest'ultimo.

Ecco chi è Gina Haspel, veterana dei servizi segreti con l'ombra scura delle torture alle sue spalle.

Gina Haspel, donna dura della Cia

62 anni, personaggio controverso dalla fama di "falco", Gina Haspel lavora alla Cia dal 1985. All'interno della Central Intelligence Agency ha svolto vari ruoli di rilievo, tra cui quello di vicedirettore del National Clandestine Service. 

Nel febbraio 2017 era stata nominata da Donald Trump vice direttore e già si erano levate voci contrarie proprio per il suo passato piuttosto torbido, che l'ha vista coinvolta nel programma di torture negli interrogatori di sospetti terroristi durante la presidenza di George Bush Jr.. Diversi membri del Comitato intelligence del Senato invitarono il presidente a riconsiderare la sua scelta. 

La macchia delle torture nel suo passato

Nel 2002 Haspel ha gestisto un "black site" della Cia in Thailandia, una prigione segreta dal nome in codice "Cat's Eye". Qui Abu Zubaida e Abd al-Rahim al-Nashiri, sospetti membri di Al-Qaida, furono sottoposti a torture e interrogatori con metodi non autorizzati come il waterboarding. Proprio per questa sua macchia nel 2013 Gina Haspel si è vista negare la conferma a vice direttore ad interim del National Clandestine Service.

Haspel, inoltre, era capo dello staff di Jose Rodriguez, alla guida del Centro antiterrorismo, quando questi ordinò la distruzione di centinaia di video girati nel centro di detenzione in Thailandia

Nel giugno 2017 il Centro europeo per i diritti umani e costituzionali chiese al procuratore generale in Germania di emettere un ordine di arresto contro la Haspel per le accuse di aver supervisionato le torture dei sospetti terroristi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Russiagate, la Commissione Intelligence della Camera: "Nessun vantaggio a Trump"

In un dossier di 150 pagine, l'ala repubblicana smentisce il nodo cruciale dell'inchiesta del procuratore Mueller

Come Trump usa i dazi contro la Cina

La guerra commerciale degli Usa è iniziata. E Trump punta a scollegare i fili che uniscono Pechino a Canberra, per riannodarli intorno agli Stati Uniti

Ecco perché l'incontro con Kim Jong-un per Trump è un test cruciale

Il tycoon riuscirà davvero a negoziare con il dittatore più sanguinario al mondo? Oltre ai temi contingenti, in ballo c'è la sua credibilità di statista

Commenti