Esteri

Giappone, vial al G 7: al centro economia e migranti

Inizia oggi nel tempio di Ise-Yingu, simbolo dello scintoismo, il vertice dei leader mondiali. E Renzi annuncia che il prossimo sarà ospitato in Sicilia

Leaders of the Group of Seven Nations arrive in Japan for the G7 Summit

Redazione

-

I Sette grandi della terra hanno raggiunto la penisola di Ise-Shima, nel sud del Giappone, dove oggi e domani si svolgerà il G7, accolti dal premier Shinzo Abe che ha scelto il tempio di Ise-Yingu, simbolo dello scintoismo e del Giappone imperiale, per accoglierli aprendo di fatto il summit.

L'anno prossimo

Lampedusa o Taormina. Quel che è certo e' che il G7 del prossimo anno, a guida italiana, sarà in Sicilia. L'ufficialità è arrivata dallo stesso premier Matteo Renzi, che lavora da tempo al progetto di portare i grandi della terra dove il dramma dei migranti è più sentito e dove sono state salvate migliaia di vite.

I lavori

La prima sessione dei lavori inizierà con la colazione di lavoro, tutta dedicata ai temi dell'economia mondiale con un focus sulla crescita che farà da protagonista al tavolo dei leader, preoccupati per la debole ripresa ed una domanda in stallo da un angolo all'altro del pianeta. Nel pomeriggio in programma invece prima una sessione sul commercio e poi un primo giro di tavolo dedicato alla politica estera con un focus sulla situazione asiatica.

Lotta al terrorismo

Appuntamento che, probabilmente, sarà l'occasione anche per affrontare la questione nordcoreana. Anche alla cena ufficiale di stasera si parlerà di politica estera ed in particolare di migranti - tema fortemente sostenuto dal premier italiano Matteo Renzi che è sbarcato in Giappone ribadendo la sua volontà di porre la questione al tavolo dei leader - e la lotta al terrorismo. Atteso un confronto anche su Siria, Iraq, Libia e Ucraina.

Le conclusioni

Domani mattina, invece, i leader torneranno a incontrarsi per mettere a punto la dichiarazione finale e affrontare i temi del cambiamento climatico e dell'energia per poi passare alla sessione sulla Stabilita' in Asia prima del pranzo conclusivo in cui si discutera' anche di salute, donne e infrastrutture. Nel pomeriggio di domani i leader di Italia, Germania, Regno Unito, Francia e Canada, lasceranno il Giappone per far rientro nei loro paesi. Resterà invece Barack Obama per l'attesa storica visita a Hiroshima, la prima di un presidente americano in carica dall'olocausto nucleare. (ANSA).

© Riproduzione Riservata

Commenti