Redazione

-

Con una messa nel Duomo di Colonia, alla quale erano attese 1400 persone, si commemorano le vittime del disastro aereo del'A320 di Germanwings, il 24 marzo in Provenza. Alla celebrazione partecipa Angela Merkel, oltre a rappresentanti del governo francese e spagnolo, e' c'e' l'intervento del presidente della Repubblica Joachim Gauck. Hanno annunciato la loro presenza anche l'ad di Lufthansa, Carsten Spohr, e i vertici della filiale. Fra le 150 vittime dell'incidente, provocato dal copilota Andreas Lubitz, 72 tedeschi, 16 dei quali erano studenti liceali di Haltern am See, di rientro da un progetto di scambio linguistico con una scuola spagnola. Dall'inchiesta in corso sul disastro e' emerso che Lubitz, copilota di 27 anni, si sia chiuso nella cabina, approfittando dei minuti in cui era rimasto solo al comando dell'aereo, mentre il pilota era in bagno, per portare l'aereo allo schianto contro una montagna delle Alpi francesi, fra le urla di passeggeri e i tentativi vani del pilota di abbattere la porta della cabina di pilotaggio. Il giovane era stato trattato diversi anni prima di diventare pilota per tendenze suicide e aveva fatto ricerche sul web sulle misure di sicurezza delle porte del cockpit. (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti