Shooting in Roma camp in Roye
Esteri

Francia, sparatoria in un campo nomadi: 4 morti

Tra le vittime un agente e un neonato, tre feriti gravi. Alla base dell'episodio un presunto regolamento di conti

Pesante bilancio per un probabile regolamento di conti avvenuto in un campo nomadi a Roye, nel nord della Francia: quattro morti (tra cui un neonato e un gendarme) e tre feriti gravi, tra cui un altro agente di polizia e un bambino.

Secondo quanto riferito dai media locali, la sparatoria è stata innescata da un uomo armato di pistola intorno alle 16.30 di martedì 25 agosto, richiamando subito sul posto alcuni gendarmi che hanno quindi avuto un conflitto a fuoco con l'assalitore. Gravemente colpiti dai proiettili, due agenti sono stati poi rapidamente trasportati all'Ospedale universitario di Amiens in "stato di urgenza assoluta", ma per uno di loro non c'è stato nulla da fare ed è quindi morto in serata. Ferito anche il responsabile dell'azione armata, che è stato quindi a sua volta ricoverato in stato di arresto, insieme con un altro bambino nomade.

La tensione nel campo è rimasta alta anche nelle ore successive all'episodio, con alcuni giornalisti - secondo quanto reso noto dalla Tv France 3 Picardie - che sono stati insultati e percossi da un gruppo di giovani nomadi, venendo costretti ad allontanarsi rapidamente dalla zona. Contemporaneamente, forti misure di sicurezza sono state attuate intorno all'ospedale dove sono stati ricoverati i tre feriti.

Le autorità stanno ora cercando di appurare quali fossero i conflitti alla base del presunto regolamento di conti.

© Riproduzione Riservata

Commenti