Francia, ballottaggio: Macron presidente con il 65,8%

Schiacciante vittoria del candidato di En Marche! Le Pen ammette la sconfitta. Ora comincia la campagna per le elezioni legislative

macron

Il presidente francese Macron celebra la vittoria alle elezioni - 7 maggio 2017 – Credits: EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON

Luigi Gavazzi

-

IL PUNTO - Macron al 65,5%. Il ballottaggio ha confermato le previsioni: Emmanuel Macron è il presidente della Repubblica francese.
Le Pen - al 34,2% - in un discorso pubblico ha ammesso la sconfitta, rivendicando, con gli 11 milioni di voti ottenuti, la leadership dell'opposizione.

Sono circa 4,2 milioni gli elettori che si sono astenuti o hanno votato bianco, secondo le stime di Ipsos.

Macron, in un discorso inclusivo, promette di garantire l'unità del paese. "Siamo portatori", ha detto, "di un messaggio umanista".


Per entrambi i candidati, comincia ora la partita delle elezioni legislative di giugno, dall'esito delle quali dipende in buona misura il successo o l'insuccesso possibile per il nuovo presidente.

Marine Le Pen ha anche annunciato una "trasformazione profonda" del Front National.

Perchè sono importanti queste elezioni
Le elezioni pesidenziali francesi ci hanno detto in primo luogo che la Francia ha mostrato fiducia in un'uomo che crede nell'Unione europea.

In secondo luogo ci hanno detto che nel paese esiste un forte malcontento nei confronti dei risultati economici e psicologici della globalizzazione e dell'Europa.

In terzo luogo ci hanno ricordato quanto sia importante un sistema elettorale stabile che non cambia ogni dieci anni. Il doppio turno ha garantito la creazione di alleanze e convergenze nel nome della razionalità pragmatica a difesa della democrazia liberale, e per il futuro della società aperta.

Macron sotto attacco hacker: ma a chi serve?
La guida alle elezioni francesi
Cosa dicono i sondaggi

 

-----

Ore 12:00 - Il francesi decidono il loro presidente per i prossimi cinque anni, nel ballottaggio fra Emmanuel Macron e Marine Le Pen.

I seggi resteranno aperti fino alle 19, fino alle 20 nelle grandi città.

Le prime proiezioni arriveranno non molto dopo le 20.

Alle 12 aveva votato il 28,23% degli aventi diritto, una lievissima contrazione rispetto al primo turno (28,54%). Alla fine del primo turno del 23 aprile i votanti erano stati pari al 77%.

Macron e Le Pen si giocano la massima carica dello stato, in un duello inedito per la Francia.

Per la prima volta a contendersi l’Eliseo non c’è nemmeno un candidato dei due partiti storici della quinta Repubblica, i socialisti e i repubblicani, eredi dei gollisti.

Sono più di 47 milioni i francesi che hanno diritto di votare.

I sondaggi continuano a dare Macron nettamente in vantaggio (attorno al 60%) anche se l’astensione resta un fattore che potrebbe rendere più difficile del previsto la vittoria del candidato di En Marche!

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Elezioni presidenziali francesi: Macron e Le Pen al ballottaggio

Il fondatore di En Marche! davanti alla candidata del Front National. Il 7 maggio il voto decisivo: sondaggi favorevoli a Macron. Crisi dei partiti storici

Parla Emmanuel Macron: "Così rivoluzionerò la Francia"

Come governerà la Francia: il progetto, tra dialogo con il paese e aperture al mercato per disinnescare il populismo

Il programma economico di Macron

Tagli alla spesa pubblica, investimenti e maggiore flessibilità del lavoro. Ecco le misure proposte dal nuovo inquilino dell'Eliseo

La vittoria di Macron in Francia sarà la vittoria delle riforme in Europa

Non c’è alternativa alla UE ma anche a una ristrutturazione profonda delle istituzioni europee. Il fenomeno Macron indica la strada, ormai obbligata

Francia, elezioni del Presidente: la guida completa

Il secondo turno, il sistema elettorale, le date, i sondaggi, i poteri, i rapporti con il primo ministro. Arriva il ballottaggio il 7 maggio

Chi è Emmanuel Macron, l'uomo che vuole cambiare la Francia

Dinamico, postideologico ed europeista. Il fondatore di En Marche! è stato eletto presidente della Repubblica

Francia, Mélenchon: un terzo dei militanti voterà Macron

Poco più della metà dei registrati di France insoumise (440mila) si è espresso e di questi due terzi hanno deciso di astenersi o votare bianco. Ma i voti in gioco sono 7 milioni

Commenti