Redazione

-

Intorno alle 10 di questa mattina è stata registrata un'esplosione nella centrale nucleare di Flamanville, nella regione della Manche, in Normandia, nel nord-ovest della Francia. L'incidente si è verificato nella sala macchine della struttura, dove fortunatamente non ci sono elementi radioattivi: secondo le autorità non c'è dunque alcun rischio atomico o di contaminazione.

Nella zona sono prontamente intervenuti i soccorsi, con i Vigili del Fuoco che hanno già praticamente domato l'incendio, sviluppatosi come già scritto al di fuori della zona nucleare, e la Prefettura che ha già comunicato di considerare chiuso l'incidente, che ha portato a una leggera intossicazione di cinque persone.

Il prefetto Jacques Witkowski ha precisato che è stata aperta "un'indagine tecnica" per determinare le cause dell'incidente, verificatosi su "un banale impianto elettrico" nella zona del reattore numero uno e per il quale è stato ipotizzato un "surriscaldamento sulle guaine dei macchinari", che ha poi causato una "forte detonazione" seguita da una fuoriuscita di fumo in un comparto "che non ha nulla a che vedere con l'area nucleare".

© Riproduzione Riservata

Commenti