Redazione

-




venerdì 15 aprile 2016

MORALES DONA 3 LIBRI SULLA COCA A PAPA FRANCESCO
 Il Presidente della Bolivia, Evo Morales, torna a stupire Papa Francesco con un suo dono, durante la sua udienza privata in Vaticano. Dopo il crocifisso con falce e martello donatogli a luglio, durante la visita del pontefice in Sudamerica, oggi gli ha fatto omaggio di tre volumi sulla coca: "Coca, una banca biologica", "Coca, dieta citogenica" e "Coca, fattore antiobesità". 

giovedì 14 aprile 2016
BOKO HARAM IN NIGERIA: 2 ANNI FA IL RAPIMENTO DELLE RAGAZZE 
Nel secondo anniversario del rapimento, genitori e parenti delle 276 studentesse sequestrate dagli islamisti di Boko Haram - sostenute dalla campagna #Bring back our Girls - partecipano a una veglia nella scuola di Chibok, nel nord-est della Nigeria.

L'UCRAINA HA UN NUOVO GOVERNO
Il neo Primo ministro ucraino filo-occidentale Volodymyr Groysman (a sinistra) e il nuovo presidente del Parlamento, Andrij Parubij, con grossi mazzi di rose rosse fra le braccia nel corso di una sessione parlamentare a Kiev, in Ucraina.

mercoledì 13 aprile 2016
MANIFESTAZIONI CONTRO LA RIFORMA DEL LAVORO IN FRANCIA
A Vaulx-en-Velin, in Francia, uno studente si scontra con la polizia antisommossa durante una manifestazione contro la riforma del lavoro prevista dal governo. Continuano dal 9 marzo in tutto il Paese le proteste di lavoratori e studenti contro la legge El Jhomri, la riforma del lavoro voluta dal premier socialista Valls.

ATTACCHI AEREI A EST DI DAMASCO
Il minareto della moschea di al-Iman distrutto dagli attacchi aerei delle forze del regime sulla città di al-Nashabiyah, nella regione orientale di Ghouta, una roccaforte dei ribelli a est della capitale Damasco.

SCONTRI E MORTI IN KASHMIR
Due parenti piangono la perdita di Raja Begum, 70 anni, durante il suo corteo funebre a Langate, vicino a Handwara, in Kashmir, India. La donna è stata ferita a morte durante degli scontri con le forze di sicurezza, insieme ad altri due civili. La manifestazione era stata scatenata dalla presunta molestia su una studentessa adolescente compiuta da un militare. I soldati hanno sparato sui manifestanti dopo un assalto a una postazione dell'esercito e a incendi nella città.

martedì 12 aprile 2016
L'ESERCITAZIONE MILITARE "SABER JUNCTION 2016" 
Paracadutisti in atterraggio su un campo vicino a Burglengenfeld, nella Germania meridionale, nel corso di una esercitazione militare congiunta chiamata "Saber Junction 16" che vede impegnati in addestramento Paracadutisti provenienti da diversi paesi della Nato, tra cui Stati Uniti, Gran Bretagna e Italia.

lunedì 11 aprile 2016

MIGRANTI SALVATI DAL NAUFRAGIO IN LIBIA
Seduti sul molo del porto di Tripoli, 115 migranti di origine africana che sono stati tratti in salvo in alto mare da due imbarcazioni della guardia costiera dopo che la loro barca aveva iniziato ad affondare al largo della costa libica.

SOMALIA, ESECUZIONE DEL GIORNALISTA HASSAN HANAFI
Il giornalista somalo Hassan Hanafi, accusato di aver ucciso 5 colleghi con il gruppo jihadista al Shabaab, legato ad Al-Qaeda, legato a un palo di legno prima di essere assassinato da un plotone di esecuzione in una piazza dell'accademia di polizia a Mogadiscio, in Somalia. Hassan Hanafi è stato condannato a la morte il mese scorso da un tribunale militare.

FEMEN IN DIFESA DEI GAY IN MAROCCO
Poliziotti in borghese arrestano un'attivista di FEMEN che manifestava davanti al tribunale della città di Beni Mellal, nel corso di una nuova udienza del processo a carico di un uomo - vittima nelle settimane scorse di una violenta aggressione - accusato di  "atti licenziosi contro natura con un individuo dello stesso sesso", punibili in Marocco con pene fino a tre anni carcere.

domenica 10 aprile 2016

SCONTRI TRA MIGRANTI E POLIZIA A IDOMENI
I membri di una famiglia di migranti, con del dentifricio spalmato sui volti a protezione contro i gas lacrimogeni, si mette in salvo dagli scontri in atto tra migranti e polizia macedone, durante una manifestazione dei rifugiati per chiedere la riapertura del confine greco-macedone, vicino al campo migranti improvvisato nel villaggio settentrionale di Idomeni.

MARCIA CONTRO IL TERRORISMOIN BELGIO
Un gruppo di partecipanti alla marcia "Gand contro il terrorismo", organizzato da tre organizzazioni turche a Gand, in Belgio.

COMBATTIMENTI A DOUMA, SIRIA
Combattenti dello Jaish al-Islam (Esercito islamico), il gruppo ribelle più importante nella provincia di Damasco, fieramente opposto sia al regime siriano e sia al gruppo "Stato islamico", difendono una posizione nella città in mani ai ribelli di Douma, ai margini orientali della capitale.

LA FINTA PRIMA PAGINA DEL BOSTON GLOBE CONTRO TRUMP
Una donna legge una versione online della finta prima pagina diffusa dal quotidiano statunitense "Boston Globe" che annuncia l'inizio delle deportazioni dei migranti illegali da parte del neo eletto presidente Donald Trump. Nel "falso" numero del giornale, anche titoli sul crollo dei mercati finanziari, su nuove leggi contro i media e sul rifiuto di uccidere i famigliari dei terroristi dell'Isis da parte dei soldati americani. Così la redazione ha voluto mettere nero su bianco la realtà come Trump dice di desiderarla. 


sabato 9 aprile 2016
CESSATE IL FUOCO IN YEMEN
Nella provincia di Marib, in Yemen, combattenti fedeli al presidente esiliato, sostenuti dalla coalizione a guida saudita, si muovono a bordo di un veicolo durante un'offensiva contro alcune postazioni dei ribelli Houthi, alla vigilia dell'entrata in vigore del cessate il fuoco.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La settimana nel mondo in 15 foto - 2/8 aprile

Dalla Birmania al Darfur, da Amsterdam a Idomeni, da Pechino a Peshawar, da Lesbo a Londra...

La settimana nel mondo in 15 foto - 26 marzo/1 aprile

Da Istanbul a Betlemme, da Calcutta a Tripoli, da Parigi a Naypyidaw, da Cipro a Palmira, da Lahore a L'Avana...

La settimana nel mondo in 15 foto - 19/25 marzo

Da Bruxelles a Dacca, dal Cara di Roma all'Aja, da Gaza a Istanbul, da Amman a Rostov sul Don, da Cuba a Buenos Aires...

La settimana nel mondo in 15 foto - 12/18 marzo

Da Tripoli a Pyongyang, da Ankara a Johannesburg, dall'Ucraina alla Costa d'Avorio, dal Brasile allo Yemen...

Commenti