Evacuare Palmira. L'ordine dell'Isis agli abitanti della città siriana

Le truppe di Assad avanzano verso l'antico sito archeologico, i miliziani islamisti si preparano alla battaglia

 

Per Lookout news

I miliziani dello Stato islamico hanno sollecitato la popolazione della città siriana di Palmira, nota per le sue rovine  d'epoca romana, a evacuare il centro abitato situato a pochi chilometri dal sito archeologico a causa dell'avvicinarsi di una nuova offensiva da parte delle truppe governative di Assad.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), secondo cui l'Isis ha detto agli abitanti rimasti in città di lasciare le loro case. Nelle ultime ore sono stati decine i raid aerei russi e governativi sulla zona moderna di Palmira. Nel tentantivo di rallentare l'offensiva governativa l'Isis avrebbe minato le strade e le arterie vicino alla città, strategica perché collegata con Homs e Damasco.

Nella sua avanzata l'esercito siriano-  supportato dall’unità di volontari Falchi del deserto, dalla milizia sciita libanese Hezbollah e dall’aviazione russa, ha completamente preso il controllo delle alture di Haya (a 4 km dal centro di Palmira) uccidendo 70 combattenti di Daesh e riuscendo a conquistare un importante snodo strategico sulla strada che collega la città a Damasco e Deir ez Zor. L’avanzata era cominciata nel mese di luglio, poi è stata rilanciata il 7 marzo di quest’anno.


© Riproduzione Riservata
tag:

Commenti