Elezioni in Spagna: si vota il 20 settembre

La comunicazione ufficiale è arrivata dal premier Mariano Rajoy. Al centro, la Catalogna e i possibili negoziati con il nuovo governo

rajoy

L'ex primo ministro spagnolo Mariano Rajoy – Credits: GettyImages

Redazione

-

Il premier Mariano Rajoy, ha
 annunciato che le elezioni politiche spagnole si terranno il 20 
dicembre. La data circola almeno da settembre ma finora, almeno 
ufficialmente, era considerata solo "probabile".
 Rajoy ha fatto l'annuncio in una intervista alla televisione
 privata Antena 3.

Il premier ha spiegato che è stato scelto il
 20 dicembre piuttosto che il 13, come era stato ipotizzato, per 
evitare che la formazione del nuovo parlamento coincida con le ferie natalizie. Camera e senato dovranno essere costituiti per 
il 14 gennaio. La consultazione è stata annunciata mentre è alta tensione
 fra Barcellona e Madrid dopo dopo la vittoria degli 
indipendentisti domenica alle elezioni catalane.

Il clima è esacerbato anche dalla mossa della giustizia spagnola che ha 
dichiarato il presidente secessionista catalano Artur Mas, 
"imputato" per "disobbedienza" per avere convocato nel novembre
 scorso un referendum consultivo sull'indipendenza della
 Catalogna. Le politiche spagnole del 20 dicembre determineranno 
con quale governo di Madrid la Catalogna dovrà trattare e non è escluso che Rajoy perda la consultazione.


- TRE COSE DA SAPERE SULL ELEZIONI IN CATALOGNA

Nel complesso le elezioni sono una grande incognita: se il
 governo monocolore Pp perdesse e cadesse Rajoy, un altro
 governo, forse Psoe-Podemos, potrebbe tentare la strada del
 negoziato con Barcellona. Il leader di Podemos Pablo Iglesias ha 
promesso che se sarà al governo ci sarà un referendum
 sull'indipendenza. Prima il nuovo esecutivo di Madrid potrebbe 
tentare una riforma federale, una "terza via" che convinca la 
Catalogna a restare.


Diversi osservatori ritengono che un successo degli 
indipendentisti nel loro progetto di staccare la Catalogna dalla
 Spagna minerenne fortemente la stabilità dell'Unione Europea.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tre cose da sapere sulle elezioni in Catalogna

L'eterogeneità politica dei partiti catalanisti, le radici dell'indipendentismo, le prospettive politiche: ecco che cosa potrebbe accadere ora

Il peso della Catalogna nell'economia della Spagna

Con la secessione della regione di Barcellona, Madrid perderebbe un quinto dell'economia nazionale, tra industria e servizi

Commenti