Redazione

-

La commissione d'inchiesta sull'incidente aereo del maggio scorso del volo Egyptair Parigi-Cairo inabissatosi nel Mediterraneo ha rilevato tracce di esplosivo sui resti dei passeggeri. Lo si afferma in un rapporto della commissione stessa, riferiscono fonti qualificate.

A bordo del volo Egyptair c'erano 66 persone. Dopo aver recuperato le due scatole nere, gli inquirenti egiziani avevano scoperto che nelle conversazioni in cabina di pilotaggio emergeva la parola "incendio", ma che era "prematuro saltare a conclusioni" su quanto accaduto.

A fine giugno, la Commissione d'inchiesta aveva annunciato che i dati estratti mostravano una "compatibilita'" con i messaggi automatici di allarme che avevano segnalato "fumo" a bordo. Qualche settimana dopo, la nave John Lethbridge ha concluso la sua missione di ricerca dei resti delle vittime, assicurando di avere recuperato tutti i corpi, poi trasportati al Cairo per le analisi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I primi resti del volo Egyptair Parigi-Cairo

Volo EgyptAir: dove arriva la tecnologia quando un aereo scompare dai radar

Monitoraggio e mappe digitali, messaggi binari, traffico marino, robot subacquei: è davvero possibile sparire senza lasciare traccia?

Egyptair: trovata anche la seconda scatola nera dell'aereo precipitato

Il veivolo si era inabissato il 19 maggio tra Creta e la costa settentrionale dell'Egitto con 66 persone a bordo

Aereo EgyptAir, confermata la presenza di fumo a bordo - FOTO

Effettuato l'esame di una scatola nera dell'airbus precipitato il 19 maggio con 66 persone

Commenti