Dieci cose che accadono oggi: venerdì 14 dicembre

Dall'implosione del regime in Siria al club del sesso perverso all'università di Harvard

Una donna di Idlib ferita e in lacrime dopo gli attacchi dell'esercito siriano al suo villaggio nel nord del paese (Credits: AP Photo/Rodrigo Abd)

Anna Mazzone

-

1. Damasco, regime agli sgoccioli. Il regime siriano "è vicino all'implosione", che non è altro che "questione di tempo". Lo ha dichiarato il Segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen.
Intanto ieri gli attivisti hanno denunciato la morte di oltre 100 persone. Anche la Russia,finora tra i sostenitori di Assad, ha ammesso che il raìs "sta perdendo sempre più il controllo del Paese". Il capo della Diplomazia di Mosca, Sergei Lavrov, oggi inconrerà in Russia il leader di uno dei cosiddetti gruppi di opposizione interna siriana, che è anche vicepremier per l'economia di Damasco, Qadri Jamil.

2. Il PPE vuole Monti. Il Partito Popolare Europeo chiede a gran voce a Mario Monti di candidarsi premier alla guida del centrodestra italiano. "Noi abbiamo detto chiaramente a Monti che ci piacerebbe vedere la sua candidatura e abbiamo avuto un buon feeling". Lo riferisce Elmar Brok, influente eurodeputato della Cdu al termine del pre vertice dei popolari a Bruxelles. Anche il presidente del Pdl Silvio Berlusconi ha invitato oggi il presidente del Consiglio, incontrato al vertice di Bruxelles, a candidarsi alle prossime elezioni.

3. Addio ai bianchi negli Usa. La popolazione bianca non-ispanica smetterà di rappresentare la maggioranza della popolazione americana nel 2043. E' quanto si apprende da una proiezione realizzata dall'Ufficio statistico americano, basata sul censimento del 2010. Secondo lo studio, la popolazione bianca non-ispanica dovrebbe toccare il suo picco nel 2024, con 199,6 milioni di persone, per poi decrescere, a fronte dell'aumento degli altri gruppi della popolazione americana. Gli ispanici dovrebbero raddoppiare, diventando 128,8 milioni nel 2060, ossia quasi un abitante su tre degli Stati Uniti, così come gli asiatici, che saranno 34,4 milioni, pari all'8,2% della popolazione complessiva stimata in quella data, ossia 420,3 milioni di persone.

4. Due astronavi sulla Luna. Due astronavi gemelle della Nasa si preparano ad atterrare sulla Luna entro il 17 dicembre per completare la missione Grail, lanciata per rilevare la mappatura gravitazionale del satellite. Secondo gli esperti, le astronavi non saranno visibili dalla Terra e sbarcheranno nei pressi di una montagna molto distante dal sito di allunaggio delle sei missioni di esplorazione Apollo che dal 1969 al 1972 hanno raggiunto la Luna. Denominati rispettivamente Ebb e Flow, i veivoli spaziali hanno la dimensione di una lavatrice. Non sono guidati da un equipaggio, ma telecomandati attraverso un sistema di pilotaggio remoto.

5. La Rice dice no grazie. Susan Rice rinuncia alla carica di segretario di Stato. Dopo avere sollevato critiche pesanti negli ultimi mesi per i commenti dopo l'attentato all'ambasciata di Bengasi, in Libia, l'ambasciatrice americana all'Onu ha deciso che non è intenzionata a sostituire l'attuale segretario di Stato Hillary Clinton. Lo ha dichiarato la stessa Rice in una lettera al presidente americano Barack Obama.

6. Radio australiana nel mirino. I due giornalisti australiani responsabili dello scherzo telefonico durante il ricovero in clinica di Kate Middleton, che potrebbe aver provocato il suicidio di Jacintha Saldanha, infermiera del King Edward VII, hanno ricevuto delle minacce di morte. La polizia australiana ha aperto un'inchiesta dopo che Michael Christian, uno degli autori dello scherzo, ha ricevuto una lettera di minacce. Dall'annuncio della morte di Jacintha Saldanha, Michael Christian e la sua collega Mel Greig non sono più tornati alla conduzione ed hanno anche evitato ogni apparizione pubblica.

7. Justin Bieber a rischio vita. In due avrebbero dovuto torturare, castrare e uccidere Justin Bieber. La polizia dello stato del New Mexico ha svelato un piano contro la pop star, orchestrato da Dana Martin, 41 anni, detenuto con una condanna a vita per aver stuprato e ucciso una quindicenne nel 2000. L'uomo sarebbe afflitto da una vera e propria ossessione per il cantante. Il crimine avrebbe dovuto essere messo in atto da due sicari durante il concerto del novembre scorso al Madison Square Garden di New York.

8. La Grande Mela è longeva. I New Yorkers sono più longevi rispetto al resto degli americani. Parola del sindaco Michael Bloomberg, che ha pubblicato i dati del dipartimento della Salute: l'aspettativa di vita dei newyorkesi è aumentata quest'anno di tre anni, mentre nel 2001 era aumentata di soltanto 1,8 anni. Una donna nata a New York nel 2010 ha quindi la prospettiva di vivere fino a più di 83 anni, mentre un uomo fino a più di 78 anni.

9. Wikipedia sogna il miliardo. L'enciclopedia del web spera di raggiungere il miliardo di utenti entro il 2015, accelerando la propria espansione nei Paesi in via di sviluppo. Lo ha annunciato la direttrice dell'enciclopedia gratuita online, Sue Gardner. "Pensiamo al Sud in modo globale", ha dichiarato Gardner alludendo al progetto Wikipedia Zero, che offre contenuti gratuiti agli internauti dei Paesi in via di sviluppo grazie agli accordi con gli operatori di telefonia mobile. Tre di questi accordi sono già in corso, coprono 275 milioni di persone in venti Paesi di Africa, sudest asiatico e Medio Oriente.

10. Harvard apre al bondage. La più prestigiosa università americana ha accolto un nuovo club degli studenti dedicato alle pratiche sadomaso e al sesso tra lacci, catene, corsetti di pelle, cappucci e bavagli. L'Harvard College Munch (così si chiama in onore dei 'munch', incontri informali, spesso dei pranzi, in cui gli studenti di Harvard appassionati di bondage si riunivano prima di avere il loro club ufficiale) è stato approvato dalla Commissione degli studenti a fine novembre, per dare ai membri la possibilità di abbattere i pregiudizi sulle "pratiche sessuali alternative e perverse".

© Riproduzione Riservata

Commenti