Criticò Erdogan. Rischia 4 anni di carcere

Continua in Turchia, dopo la richiesta di ergastolo per il direttore di Cumhuriyet, la repressione contro i giornalisti di opposizione

Il-premier-turco-Recep-Tayyip-Erdogan_emb8.jpg

Il premier turco, Recep Tayyip Erdogan, e sua moglie Emine posano con tre neonati (Credits: Epa/Kayhan Ozer/Prime Minister Press Office)

Un giornalista del quotidiano turco di opposizione Cumhuriyet  è stato incriminato per presunte 'offese' al presidente Recep Tayyip Erdogan. Rischia una condanna a 4 anni e 8 mesi di carcere. Ozgur Mumcu è accusato di avere diffamato il capo dello stato per un articolo intitolato  Tiranno e codardo  pubblicato in marzo, nel quale criticava Erdgan per avere attaccato la madre di uno dei ragazzi uccisi dalla polizia durante la rivolta di Gezi Park, Abdullah Comert. Sono decine i giornalisti e i semplici cittadini arrestati e/o incriminati dall'inizio dell'anno per presunte 'offese' a Erdogan. È  stato proprio il presidente turco a presentare una denuncia penale contro il direttore di Cumhuriyet Can Dundar, che venerdì scorso ha pubblicato immagini di armi pesanti destinate secondo il giornale a gruppi jihadisti in Siria e scortati dai servizi segreti del Mit. Per lui ha chiesto una condanna all'ergastolo per 'spionaggio'.

Media in Turchia: il volto fascista di Erdogan
© Riproduzione Riservata

Commenti