Redazione

-

A due mesi dalle Olimpiadi invernali di Pyeongchang, polizia ed esercito sudcoreani si preparano ad accogliere uno degli eventi sportivi a più alto tasso di tensione politica.

I giochi olimpici si svolgeranno dal 9 febbraio al 25 febbraio 2018 in Corea del Sud, a un soffio dal Paese gemello e nemico che sta scaldando i muscoli nucleari: l'ultimo test missilistico della Corea del Nord è recentissimo, risale al 29 novembre, e ha rimestato le proccupazioni internazionali.
Senza dimenticare il pericolo sempre incombente di un attacco terroristico. Come se non bastesse, a scaldare gli animi è sopraggiunta anche l'esclusione della Russia dai Giochi causa doping. 

Dagli Stati Uniti è alta la preoccupazione per la salvaguardia dei propri atleti: "Faremo in modo di prendere ogni precauzione possibile per assicurarci che siano al sicuro e per sapere tutto quello che succede intorno a loro", ha detto l'ambasciatrice Usa presso le Nazioni Unite, Nikki Haley. 

Motivi per stare con le antenne dritte ce ne sono a iosa. Proprio per questo le forze di sicurezza sudcoreane si stanno addestrando, per essere pronte a eventuali attentati terroristici, anche di natura chimica. In questa gallery l'esercitazione e le simulazioni presso lo Stadio Olimpico di Pyeongchang, che ospiterà la cerimonia di apertura e quella di chiusura delle Olimpiadi.


Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il piano della Corea del Sud per uccidere Kim Jong-un

Seoul sta preparando una task force ufficiale, l'unità di decapitazione, che avrà un unico obiettivo: la testa del dittatore nordcoreano

Corea del Sud: che cos'è la Sunshine Policy di Moon Jae-in

Portare le relazioni con Pyongyang al disgelo sarà uno dei principali propositi del neopresidente

Chi è Moon Jae-In, il nuovo presidente della Corea del Sud

Rilancio dell'economia, lotta alla corruzione e alle disuguaglianze sociali: le grandi sfide del candidato che gli exit poll danno vincitore

Commenti