Redazione

-

La parata militare dell'8 febbraio con cui la Corea del Nord ha celebrato a Pyongyang i 70 anni della fondazione delle forze armate ha dato al leader Kim Jong-un l'occasione di ribadire ancora una volta il ruolo di "potenza globale malgrado le "sanzioni più pesanti", come ha dichiarato.

La manfiestazione di grandezza è avvenuta alla vigilia dell'apertura delle Olimpiadi invernali in Corea Del Sud dove la sorella del dittatore, Kim Yo-jong, si è recata per incontrare la delegazione del suo paese e presenziare unita ad altre 21 personalità e rappresentati nordcoreani tra cui Kim Yong-nam, Capo dello Stato de facto. L'incontro tra Sud e Nord è storico: è quello di maggiore impatto politico dal 2007 a oggi dopo lo sblocco del dialogo del 9 gennaio per la tregua olimpica.

I missili e le parole di Kim

Nessuna diretta tv né giornalisti ammessi. Ma la parata ha visto sfilare l'Hwasong-15, il missile intercontinentale (Icbm) che, testato due volte nel 2017, ha spinto gli esperti americani a ritenerlo in grado di colpire ogni angolo degli Usa.

Nel discorso, il leader non ha fatto riferimenti a piani nucleari o a nuove armi: ha descritto gli 1,1 milioni soldati effettivi come "tesoro" a difesa del Paese dalla politica ostile degli Usa. "Dobbiamo prevenire che i nostri aggressori tentino di ridicolizzare o violare la dignità e sovranità anche di 0,001 millimetri", ha affermato.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Corea del Nord: il 90enne che ha girato il mondo al posto di Kim Jong-un

Si chiama Kim Yong-nam, è la più alta carica dopo il dittatore e il 9 febbraio sarà alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali

Corea del Nord: la stazione sciistica dove si allenano gli atleti dei Giochi

A Masikryong, tra resort di lusso e piste da sci, ecco l'altra faccia della medaglia del Paese di Kim Jong-un

Corea del Nord: storia del disertore diventato attivista per i diritti umani

Si chiama Ji Seong-ho e 20 anni fa è fuggito nonostante l'amputazione della mano e della gamba sinistra. Oggi è portavoce di libertà

Corea del Nord: chi è la donna che ha trattato per le Olimpiadi invernali

Ritratto di Hyon Song-wol, colei che da leader del gruppo pop Morabong ha guidato la delegazione nordcoreana per un sopralluogo pre-Olimpiadi

Commenti