Chiara Degl'Innocenti

-

Ad aprile, a Pyongyang il cielo lattiginoso e il brusco calo delle temperature con la comparsa della pioggia si alternano al sole e al caldo primaverili che incoraggiano i cittadini a prendersi qualche ora per godersi una delle feste più importanti per la Corea del Nord, il Giorno del Sole.

Come ogni anno, il 15 aprile, ultimati i dettagli della grande parata militare e degli appuntamenti più importanti della celebrazione, la capitale si colora di fiori di plastica, gli strumenti musicali vengono accordati e i leggeri passi di danza dei ballerini accendono la festa di compleanno del fondatore dello Stato, il "presidente eterno" Kim Il-Sung, nonno dell'attuale leader Kim Jong-un.

Quest’anno il 106/mo anniversario dalla sua nascita viene festeggiato in modo solenne, rispettando la tradizione, come richiede la festività nazionale più attesa e importante in calendario. Gli striscioni rossi lungo le strade della capitale lo ricordano insieme alle bandiere della Corea del Nord e del Partito dei Lavoratori che garriscono al vento.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Corea del Nord: ecco a cosa punta Kim Jong-Un

Un altissimo funzionario del ministero della Difesa sudcoreano racconta come si è arrivati al disgelo con Donald Trump. "Aldilà delle apparenze, Pyongyang non si fida di Pechino"

I look della first lady della Corea del Nord

Dagli abiti agli accessori indossati della ex cheerleader, oggi moglie del dittatore Kim Jong-un

Corea del Nord: le ricchezze di Kim Jong-un

Barche, ville, jet privati, limousine. Curiosità sul tesoro del giovane dittatore di Pyongyang

Corea del Nord, 5 curiosità sulla musica nel regime di Pyongyang

Dalla sveglia alle 6 di ogni mattina con una canzone dei Pochonbo Electronic Ensemble alla banconota con l'immagine di un'opera musicale

Commenti