Rita Fenini

-

Lo spaventoso incendio che da giorni sta devastando la California, il rogo più esteso della sua storia, è scoppiato il 27 luglio nella zona di Mendoncino, nel nord dello Stato, sulla costa occidentale degli Stati Uniti.

A causa dei venti sostenuti e delle elevate temperature, al momento l'incendio non sembra destinato a dare tregua e secondo quanto riporta la Cnn, nell'area di Mendocino County ardono ora due roghi dalle dimensioni preoccupanti: il Ranch Fire e il River Fire, che insieme formano il più grande incendio che i pompieri californiani abbiano mai dovuto affrontare

Oltre 108mila gli ettari devastati dal fuoco e nel fine settimana l'incendio è cresciuto di circa il 70%.

Più a nord, nell'area di Shasta County, un terzo incendio - denominato "Carr Fire" - è costato finora la vita a sette persone: la Casa Bianca ha dichiarato l'area "zona disastrata", dando così la possibilità ai residenti di chiedere assistenza federale.

E il Presidente Trump ha puntato il dito contro le leggi ambientali dello Stato.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Incendi in Grecia: tutte le misure straordinarie

Il Governo Tsipras ha annunciato come verrà gestita l'emergenze mentre si temono almeno 100 vittime

Commenti