Un aereo della Air Algerie precipita in Mali

Il velivolo aveva 106 persone a bordo, 80 dei quali europei. Smentita la presenza della figlia di Raul Castro tra i passeggeri. Il volo era diretto ad Algerie

Dopo il velivolo abbattuto da un missile sui cieli dell'Ucraina e lo schianto di un altro aereo durante l'atterraggio a Taiwan , è precipitato in Niger un MD83 della Air Algerie una cinquantina di minuti dopo il decollo da Ouagadougou, nel Burkina Faso. È il terzo incidente nell'ultima settimana, sembra - provocato da cattive condizioni meteo. A bordo c’erano 116 persone, 110 dei quali passeggeri e sei membri dell’equipaggio. Tra i passeggeri è stata smentita la notizia della presenza a bordo della figlia del leader cubano Raul Castro che si era diffusa inizialmente.

Quasi tutti i passeggeri dell’aereo dovevano fare scalo ad Algeri per poi dirigersi verso altre destinazioni in Europa (22 erano attesi tra Parigi e Marsiglia), Medio Oriente e Canada. L'aereo si è schiantato dopo il decollo in Mali, a metà strada tra «Gao e Kidal, in una zona desertica di accesso molto difficile». Due caccia francesi Mirage, già di base a N'Djamena, in Ciad, sono stati dispiegati per localizzarlo.  Il velivolo è della Air Algerie ma opera per la Swiftair ed è stato ritrovato dieci ore dopo.

Tutti gli aggiornamenti sul Tgcom  

© Riproduzione Riservata

Commenti