Redazione

-

Dopo gli attentati terroristici islamisti che all’aeroporto di Zaventem e alla stazione della metropolitana di Maalbeek hanno colpito oggi Bruxelles, la Place de la Bourse è diventata il luogo simbolo della solidarietà cittadina, dove la popolazione si è radunata spontaneamente per esprimere cordoglio e mostrare solidarietà, portando candele e fiori in onore delle vittime, ma anche a testimoniare unità e fermezza contro il terrore.

Come già avvenne in Place de la Republique a Parigi dopo il 13 novembre, nella grande piazza del centro storico di Bruxelles, divenuta negli ultimi anni un punto d'incontro per bordolesi e turisti, si sono raccolte centinaia di persone che hanno dato vita a un memoriale improvvisato. Tra loro, un violoncellista che ha suonato in piazza, mentre per terra si sono andati moltiplicando i messaggi scritti con il gesso, per dire "no alla paura". 

In serata anche il premier belga Charles Michel e il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, si sono recati in place de Bourse, accolti dagli applausi della cittadinanza.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Gli attacchi all'Europa, da Tolosa a Bruxelles - Foto

Le date e le immagini dei principali attentati terroristici di matrice islamista che dal 2012 hanno colpito Francia e Belgio 

Il cordoglio dello sport mondiale dopo il dramma di Bruxelles

Dai giocatori di calcio della nazionale belga fino ai protagonisti della serie A: il lutto viaggia sul web con l'hashtag #PrayForBelgium

Stragi di Bruxelles: il cordoglio del Papa e dei vescovi europei

Francesco condanna "la violenza cieca che causa così tanta sofferenza" e implora da Dio il dono della pace

Bruxelles, i morti sono 32. I punti da chiarire delle indagini - Foto e Video

Dopo il rilascio di Faisal Cheffou, la polizia torna a cercare il terzo uomo della strage. E iniziano le accuse ai servizi di sicurezza

Commenti