Boko Haram: centinaia di vittime in Nigeria

Dopo la liberazione della città, le truppe del Ciad e del Niger ritrovano centinaia di corpi a Damasak, nel nordest del Paese

Boko-haram

Un gruppo di integralisti di Boko Haram – Credits: EPA/STR

Centinaia di cadaveri anche in decomposizione, tra cui molti di donne e bambini, sono stati ritrovati a Damasak, nel nordest della Nigeria. Potrebbero essere vittime di Boko haram, ritrovate nelle strade, nelle case e nel letto del fiume della città, riconquistata il 9 marzo dalle truppe del Ciad e del Niger. Il ritrovamento è avvenuto la settimana scorsa e i corpi sono stati sepolti in una ventina di fosse comuni.

Subito dopo la riconquista della città, i soldati del Ciad avevano fatto sapere di avere ritrovato un altro centinaio di corpi sotto un ponte poco fuori Damasak. Nonostante i successi militari contro Boko haram, negli ultimi giorni il gruppo jihadista ha condotto diversi attacchi contro la coalizione composta da truppe di Ciad, Niger, Nigeria, Camerun e Benin. Il 25 aprile in un attacco contro un accampamento dell’esercito del Niger sono stati uccisi circa cinquanta soldati.

Boko Haram: l'Internazionale dell'orrore
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La vera storia di Boko Haram secondo Mike Smith

Come un piccolo gruppo che agli albori si occupava di educazione islamica possa arrivare a minacciare tutta l'area: tutta la verità in un libro

Nigeria, Boko Haram in trappola

Alla vigilia delle elezioni, l'offensiva del governo contro i fondamentalisti islamici affiliati all'Isis. Accerchiati, i terroristi progettano nuovi attentati

"Boko Haram non ha scampo"

Il presidente Goodluck Jonathan, che cerca la riconferma il 28 marzo, spiega ragioni e rischi della controffensiva. E promette: "Libereremo le ragazze"

Commenti