Redazione

-


Sarebbe lui l'autista del furgone bianco che ha seminato la morte sulla Rambla il pomeriggio di giovedì 17 agosto. In un primo momento si riteneva che alla guida durante l'attacco ci fosse il 17enne Moussa Oukabir, il cui corpo è stato identificato tra quelli dei cinque terroristi uccisi dalla polizia nella notte tra il 17 e il 18 agosto nella cittadina di Cambrils.

La sede logistica di Alcanar

I Mossos d'Esquadra hanno individuato una cellula terroristica di 12 giovani radicalizzati (forse 13) di origine marocchina, che vivevano nella cittadina catalana di Ripoll. I giovani terroristi avevano occupato una casa abbandonata a Alcanar (Tarragona), 200 chilometri a sud di Barcellona, dove stavano preparando gli ordigni per una serie di attacchi nella capitale catalana. Un'esplosione nella casa di Alcanar ha cambiato i loro piani.

Avevano progettato un attentato molto più sanguinoso: "Avevano in mente uno o diversi attacchi più grossi a Barcellona, ma l'esplosione avvenuta ad Alcanar li ha fermati poiché era andato distrutto il materiale di cui avrebbero avuto bisogno", ha spiegato l'agente Josep Lluis Trapero. 

Il 16 agosto una doppia esplosione nella tana di Alcanar aveva fatto un morto e 6 feriti. Ad esplodere sarebbero state bombole di gas e il secondo scoppio avrebbe provocato il ferimento di vigili del fuoco e poliziotti intervenuti sul posto (erano ben 120 le bombole di gas preparate per i loro propositi sanguinari).

Proprio quell'esplosione ha cambiato i piani; i terroristi hanno optato per un attacco da realizzare in tempi rapidi scagliandosi con un furgone contro la folla. Il piano iniziale dei terroristi era far esplodere le bombole all'interno del furgone nel centro di Barcellona. 

3 morti ad Alcanar

Nelle macerie del covo di Alcanar sono stati trovati i resti di almeno tre persone. Non sono state ancora identificate. 

I 5 terroristi uccisi a Cambrils

A Cambrils, la polizia ha ucciso in un blitz cinque terroristi, dopo che questi hanno lanciato la loro auto sulla folla e accoltellato e ucciso una donna nella fuga.

Si tratta di:

  • Moussa Oukabir (17 anni, catalano, inizialmente sospettato di essere alla guida del furgone nella strage di Barcellona e fratello Driss Oukabir di cui aveva rubato i documenti con cui è stato noleggiato il van). Il giovane terrorista due anni fa in un post su internet scriveva: "Uccidere gli infedeli e lasciare solo i musulmani";
  • Hussein Abouyaaqoub, fratello di Younes Abouyaaqoub, il killer di Barcellona;
  • Said Aallaa, (19 anni, marocchino);
  • Mohamed Hychami, (24 anni marocchino);
  • Omar Hychami, (minorenne, marocchino).

I presunti terroristi arrestati

Altri quattro sospetti terroristi erano stati arrestati.

  • Tra questi Driss Ouakabir (28 anni), di origine marocchina, arrestato dopo essersi presentato in un commissariato assicurando di aver subito un furto di documenti poi usati per noleggiare il furgone usato sulla Rambla: l'uomo ha precedenti per abusi sessuali. È il fratello di Moussa Oukabir, su cui sono ricadubti subito i sospetti. 
  • Salh El Karib (34 anni, marocchino), è il proprietario dei phone center di Ripoll, attraverso cui Moussa avrebbe inviato denaro;
  • Mohamed Aallaa, (27 anni marocchino), il terzo fratello Aalla, proprietario della Audi A3 sulla quale sono stati uccisi i 5 di Cambrills);
  • Mohamed Houli Chemlai, (21 anni spagnolo), l'uomo ferito nell'esplosione di Alcanar e che sta probabilmente collaborando con gloi inquirenti spagnoli).

2 terroristi ricercati

La polizia catalana sta ricercando:

  • Youssef Aallaa, fratello di Mohamed e Said, sospettato di essere l'uomo che preparava gli esplosivi;
  • l'imam Abdelbaki Es Satty, (45 anni), sospettato di essere il leader del gruppo, e Youssef Aallaa, fratello di Mohamed.

Si ritiene possano essere tra i morti dell'esplosione di Alcanar. La polizia attende i risultati degli esami del dna dei resti umani trovati fra le macerie. Non è chiaro chi possa essere il terzo morto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Barcellona, attentato terrorista sulla Rambla - FOTO e VIDEO

L'Isis rivendica l'attacco. 14 morti e oltre 100 feriti

Attentati a Barcellona e Cambrils: chi sono le vittime

Sale a 16 il numero dei morti, il più piccolo ha solo 3 anni. Hanno perso la vita anche 2 italiani e un'italoargentina. L'ultima, una donna tedesca

Commenti