Esteri

Auschwitz: spuntano le docce con spruzzatori di acqua

Utilizzate per combattere il caldo, hanno fatto ricordare le camere a gas. E alcuni israeliani in visita al campo hanno protestato

auschwitz

Il campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau – Credits: JANEK SKARZYNSKI/AFP/Getty Images

Un gesto di cattivo gusto. Senza dubbio. Le docce con spruzzatori di acqua vaporizzata per combattere il caldo dell'estate polacca sono state piantate all'ingresso di Auschwitz e sono diventate un "pugno allo stomaco" per alcuni israeliani in visita al campo di sterminio dove sono stati uccisi un milione di ebrei.

La mente è subito corsa alle camere a gas, camuffate da sale doccia, dove il letale acido cianidrico del Ziklon B si spandeva dai fori sul soffitto senza lasciare scampo. La decisione della direzione del Museo di installare quelle docce per contrastare l'afa ha suscitato pero' un vespaio di polemiche dopo la prima denuncia di alcuni visitatori. ''Non appena sono sceso dal bus e ho attraversato il congegno delle docce - ha raccontato a Ynet Meyer Bolka un israeliano in visita al campo - sono rimasto scioccato". "Un pugno allo stomaco", l'ha definito con più precisione. Poi, deciso a chiedere spiegazioni, Bolka è andato diritto da uno degli impiegati del museo. ''Con tutto il rispetto - gli ha detto - mi ricordano le camere a gas''. ''Penso che in un posto come questo - ha poi spiegato - avrebbero dovuto riflettere meglio sul tipo di connotazione che avrebbero suscitato. Se vuoi far sentire meno caldo alla gente, devi trovare una soluzione diversa. Non e' stato proprio piacevole vedere quegli spruzzatori''.

Se l'installazione agli occhi dei giovani è passata inosservata, alle persone più anziane, secondo Bolka, ha suscitato invece rabbia e risentimento. La Direzione del Museo ha postato su Facebook il suo punto di vista ribadendo che le docce sono state messe "a causa del caldo torrido". "Sono collocate in un unico posto, vicino all'area dove ci sono persone in coda per entrare nel Memoriale", ha spiegato la Direzione. "È un posto sotto il sole pieno e senza possibilità di ombra". Le docce con gli spruzzatori - ha continuato il Museo - sono state installate nei giorni di massima afa e sono rimosse quando la temperatura scende. Per il Memoriale - ha concluso il Museo - "è molto duro commentare alcuni riferimenti storici fatti, visto che gli spruzzatori di aria vaporizzata non sembrano docce mentre le false docce approntate dai tedeschi in alcune camere a gas non erano usate per immettere il gas che usciva in maniera completamente diversa: e cioè attraverso buchi sul soffitto o prese di aria nelle pareti".

© Riproduzione Riservata

Commenti