Redazione

-

La città si è fermata per un minuto, a mezzogiorno, per ricordare le vittime degli attentati di ieri. L'iniziativa ha riguardato scuole, uffici, negozi, e anche le sedi comunitarie.

Alla Commissione europea, il presidente Jean-Claude Juncker e l'intero collegio dei commissari, che come ogni mercoledì si riunisce per l'appuntamento settimanale dell'esecutivo, hanno partecipato al momento di ricordo, assieme al primo ministro francese Manuel Valls e al ministro degli Esteri belga Dider Reynders.

Anche davanti alla Borsa, dove da ieri si ritrovano centinaia di persone per uno spontaneo e commosso omaggio collettivo alle vittime delle bombe di Zaventem e della metropolitana, la folla si è raccolta per un minuto.

Bruxelles, "colpita al cuore" come ha detto ieri il primo ministro Charles Michel, vuole tornare a vivere e il giorno dopo le terribili stragi dell'aeroporto e della metropolitana nel quartiere europeo prova un ritorno almeno parziale alla normalità.

Il governo ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, con le bandiere a mezz'asta, ma questo non ha bloccato la vita cittadina: in teoria, le scuole e gli uffici sono aperti, così come negozi, bar e ristoranti.

Lo shock ha però convinto molte persone a rimanere a casa, e anche i turisti, presenti numerosi a pochi giorni da Pasqua, sono alle prese con una città in lutto, con i principali musei che restano ancora chiusi.

I mezzi del trasporto pubblico circolano solo in parte, e anche il traffico automobilistico è molto ridotto.

Nella zona europea, che è anche quella in cui ieri una bomba ha provocato una ventina di morti e oltre un centinaio di feriti, lo spiegamento di forze è notevole, e ci sono ancora molte strade chiuse al traffico; un ampio perimetro di sicurezza è stato stabilito anche oggi attorno alla fermata Maalbeek del metrò, a 24 ore dall'esplosione assassina.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Strage di Bruxelles: le reazioni dei capi di Stato

Da Obama a Papa Francesco, da Renzi a Hollande il coro unanime dei vertici mondiali ed europei

Attentati a Bruxelles: le reazioni dei politici italiani

Orrore, stupore, indignazione e molta retorica nei primi commenti alla strage. "Cuore" e "guerra" le parole, opposte, ma più ricorrenti

Attentati a Bruxelles, Dario Solesin: "Sono sconvolto, rivivo i giorni di Parigi"

Il fratello di Valeria, la ricercatrice veneziana che ha perso la vita nell'attentato del 13 novembre, parla dei fatti di Bruxelles

Attentati di Bruxelles: come ha agito la cellula di Salah Abdeslam

Il terrorista sopravvissuto alle azioni di Parigi nega di sapere, ma gli indizi confermano sempre più la responsabilità del gruppo

Dopo Bruxelles, misure di sicurezza straordinarie per Pasqua a Roma

Sarà una Via Crucis blindata quella di domani, con transenne e controlli di sicurezza davanti al Colosseo

Bruxelles: la Polizia arresta due uomini

Bruxelles, i morti sono 32. I punti da chiarire delle indagini - Foto e Video

Dopo il rilascio di Faisal Cheffou, la polizia torna a cercare il terzo uomo della strage. E iniziano le accuse ai servizi di sicurezza

Bruxelles: chi sono le vittime degli attentati - Foto

È di 32 il bilancio dei morti della strage in Belgio, tutte identificate. Sono 17 cittadini belgi e 15 stranieri. Ecco le loro storie

Bruxelles, identificati i 3 kamikaze: uno fu rilasciato dalla polizia

Ibrahim El Bakraoui, morto con il fratello Khalid, fu arrestato in Turchia e estradato. L'artificiere è Naijim Laachraoui. È caccia al quarto uomo

Primarie Usa: gli attentati di Bruxelles fanno volare Trump e Clinton

Hillary e Donald si aggiudicano anche l'Arizona, mettendo un'ipoteca sulla vittoria finale. A Cruz e Sanders i premi di consolazione nello Utah

Attentati a Bruxelles, si può imparare a convivere con il terrore?

Dalla necessità di affrontare la paura all'importanza degli affetti familiari. Sette suggerimenti per sopravvivere alle tensioni post attentati

Commenti