Esteri

Il Consiglio europeo tra Brexit e Migration Compact

Ma la discussione verterà anche su altri temi dell'immigrazione, sicurezza, crescita, occupazione e sul piano di investimenti strategici

brexit_voto

Redazione

-

Quello di martedì 28 e mercoledì 29 giugno sarà, con tutta probabilità, l'ultimo Consiglio europeo di Bruxelles al quale prenderanno parte 28 Paesi membri. Va da sé che si parlerà principalmente proprio di questo, cioé di quello che accadrà con l'uscita del Regno Unito.

Giocoforza, quello che avrebbe dovuto essere invece l'argomento principale, i migranti, slitterà in un piano di secondaria importanza. Il focus, qui, sarà sulla situazione del Mediterraneo centrale e sulla cooperazione con i Paesi terzi di origine e di transito. Sarà anche un'occasione per tornare a fare un punto sull'accordo siglato con la Turchia lo scorso marzo.

Spetterà poi all'altro rappresentante dell'Unione europea Federica Mogherini presentare le strategia generale in tema di politica estera e di sicurezza e verranno poste le basi per i nuovi termini della collaborazione con la Nato in vista del prossimo vertice di Varsavia, ai primi di luglio.

All'ordine del giorno sul fronte economico, infine, ci sarà il mercato unico e l'approvazione delle raccomandazioni previste dal primo semestre europeo e la valutazione dei primi risultati del Fondo europeo per gli investimenti strategici.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata
tag:

Commenti