EgyptAir
Esteri

Aereo Egyptair scomparso: chi sono le vittime

A bordo 30 egiziani e 15 francesi. La hostess che temeva di morire in mare, il manager, i cinque bambini e

A bordo erano in 66. Tra loro, 7 membri dell'equipaggio e sono tutti morti. Le cause della tragedia del volo EgyptAir MS804 sono ancora avvolte nel mistero ma già sono molte le famiglie che stanno piangendo le loro vittime.

Non vi erano italiani a bordo ma tra i passeggeri si contano 30 egiziani, 15 francesi, un britannico, un belga, due iracheni, un kuwaitiano, un saudita, un sudanese, un portoghese, un algerino, un canadese e un ciadiano.

Tra i passeggeri noti c'erano Ahmed Helal, egiziano, direttore di Procter & Gamble negli stabilimenti industriali di Amiens; la cognata di Hisham el-Maqawad, numero due dell'ambasciata egiziana; Sahar al-Khawaga, donna che lavorava all'ambasciata saudita al Cairo.

La hostess scaramantica

Tra le vittime c'è lei, Samar Ezz Eldin, hostess di 26 anni che sulla sua pagina Facebook aveva postato un afoto di lei con alle spalle il mare e la coda di un aereo che sta affondando. "Morirò in mare" aveva scritto in forma scaramantica perché era in effetti la sua grande paura.

Il geologo

Si chiama Richard Osman il passeggero britannico, di origini egiziane, che si trovava a bordo dell'aereo Egyptair. 40 anni, è sposato e padre di due figlie e vive a Carmarthen, in Galles. Si tratta, secondo le informazioni raccolte da SkyNews, di un geologo che lavorava come dirigente per una compagnia mineraria con sede a Jersey. E proprio per ragioni di lavoro si trovava a bordo del volo che aveva preso già altre volte



(in aggiornamento)

© Riproduzione Riservata

Commenti