Webank e le Smammas insieme per i giovani
Webank e le Smammas insieme per i giovani
Economia

Webank e le Smammas insieme per i giovani

Nasce smamma.it, un incubatore per aiutare i giovani ad entrare nel mondo del lavoro

Una banca online e una band musicale composta da quattro mamme che creano un incubatore per le idee dei giovani: smammas.it

Suona se non altro originale, ma in realtà l’idea è se non altro innovativa. 
WeBank (gruppo Bipiemme) e le Smammas (gruppo composto da Ana Flora, Carla, Gisella e Benedetta che ha conquistato la rete con l’interpretazione di Smamma) hanno creato un vero e proprio incubatore di idee, proposte e azioni concrete a cui hanno aderito anche Vodafone, Microsoft, Media World Compra On-line, Mondadori (editore di Panorama), Groupon, Chili e Digital Accademia. Tutte aziende che si rivolgono alla Generazione Y, cioè l’universo dei giovani tra i 18 e i 34 anni, che in Italia conta più di 12 milioni di persone che non trovano fuori da casa i presupposti per poter compiere il grande passo: entrare nel mondo del lavoro.

Smammas.it non è solo un sito, ma un hub virtuale che abbraccia persone e contenuti di valore e si spinge oltre fornendo concretezza ai giovani meritevoli. I benefici vanno dalla formazione accademica ai primi consigli per approcciare il mondo del lavoro – sia tramite colloqui presso gli attori di questo progetto, sia attraverso l’acquisizione di capacità imprenditoriali nonché di supporti tecnologici indispensabili per avviare una propria attività; senza dimenticare le agevolazioni su mutui e prestiti.

Il tutto per cominciare a rendere i giovani più consapevoli del senso dell’indipendenza.
 “Smammas è il risultato di un lungo e articolato lavoro” afferma Andrea Cardamone, Direttore Generale di WeBank "in cui la ricerca di una inconsueta geometria di comunicazione ha avuto l’obiettivo di accreditare un nuovo spazio di dialogo allargato e un contenitore di soluzioni e agevolazioni concrete per il futuro del nostro futuro: i giovani”.

“Con Smammas si portano i processi di banking nella vita dei giovani, invece che cercare di portare a forza i giovani in banca" spiega Carlo Alberto Carnevale Maffè, docente di Strategia alla SDA Bocconi. "Il progetto coglie la più grande sfida che le nuove generazioni devono affrontare in questo momento storico: quella dell’autonomia economica e dell’imprenditorialità. E WeBank diventa una banca-piattaforma al servizio delle esigenze dei giovani, con la complicità – ironica e graffiante – delle famiglie, o meglio ancora con la potenza evocativa e l’energia vitale delle madri italiane. Le Smammas azzerano le polemiche sui bamboccioni: recidere il cordone ombelicale vuol dire educare i figli alla responsabilità finanziaria, all’assunzione del rischio e al gusto della sfida per il proprio futuro”.

IL VIDEO DI SMAMMA

Ti potrebbe piacere anche

I più letti