Car pooling, come fare per viaggiare in auto spendendo poco
Car pooling, come fare per viaggiare in auto spendendo poco
Economia

Car pooling, come fare per viaggiare in auto spendendo poco

Bastano solo 30 euro per la tratta Roma - Milano. Con treno e aereo si paga più del doppio

Con la crisi e i prezzi della benzina alle stelle , un modo per spendere meno è quello di convertire l'auto a GPL o metano.

Percorrendo la tratta Roma - Milano, per esempio, ai prezzi attuali (calcolati per un'utilitaria con il tool del sito viamichelin.it ) si spende con un'auto a benzina quasi il doppio (circa 80 euro) rispetto a diesel (50 - 60 euro) e gas auto (40 euro).

Ma cambiare combustibile non è l'unica soluzione, soprattutto se non si vogliono affrontare i tempi di ammortamento dell'impianto.

Per risparmiare, quindi, non ci resta che condividere le spese per il carburante e l'eventuale pedaggio. E se non si hanno familiari, amici o colleghi con cui farlo, bisogna affidarsi all'autostop oppure al web.

Una maniera, quest'ultima, più sicura ed efficace. C'è anche un'espressione in inglese per designare questa pratica: car pooling. Il significato è quello che si ottiene traducendola letteralmente, ossia "mettere insieme un'auto".

CRISI, I CONSIGLI PER RISPARMIARE: I MOTORI LOW COST

Diverso, invece, anche se spesso vengono utilizzati come sinonimi, è il car sharing: in questo caso si intende una sorta di autonoleggio ad ore e ci si rivolge a società apposite.

Ma se quest'ultima tipologia di servizio è utilizzata soprattutto nelle grandi città, il car pooling invece è una modalità di trasporto che si sta diffondendo a macchia d'olio. Il motivo è presto detto: si paga pochissimo.

Qualche esempio: per spostarsi sempre nella tratta Milano - Roma, utilizzando il car pooling si spendono in media 30 euro a testa, meno della metà di quanto si pagherebbe per spostarsi in treno o in aereo.

Con l'alta velocità , infatti, il costo è di 80 - 90 euro per poco più di 3 ore di viaggio e solo sfruttando le promozioni si possono spuntare prezzi più convenienti (in genere, però, bisogna prenotare con un mese di anticipo), mentre se si sceglie un Intercity di Trenitalia, magari cambiando a metà della tratta con un regionale, la tariffa di sola andata scende a 52 - 55 euro, anche se ci vogliono in tutto quasi sette ore.

Stesse cifre se si sceglie l'aereo: in media si va da 60 a 100 euro per un biglietto di sola andata.

Dunque a conti fatti meglio l'auto, ma non da soli. Dove trovare quindi un passaggio o i passeggeri con cui condividere le spese del viaggio sul web? Tra i siti più utilizzati, ve ne segnaliamo quattro sia per spostarsi in Italia sia in Europa: blablacar.it , carpooling.it , youtrip.it , roadsharing.com , quest'ultimo utilizzato molto anche all'estero.

Funzionano pressappoco alla stessa maniera: dopo essersi iscritti gratuitamente, bisogna decidere se mettere l'auto a disposizione, specificando il tragitto che si intende percorrere e la quota per passeggero necessaria a coprire le spese di viaggio, oppure se cercare un passaggio.

Per farlo, in questo caso, basta inserire la città di partenza e di arrivo negli appositi tool messi a disposizione: il sito vi elencherà una serie di offerte e i recapiti per contattare il conducente. Buon viaggio!

Ti potrebbe piacere anche

I più letti