ANSA/STRINGER
Economia

Tax Day, tutte le tasse da pagare entro il 16 giugno

Acconti e saldi di irpef, irap, cedolari secche e ires. Ecco le scadenze fiscali di metà mese, che porteranno 40 miliardi nelle casse dello Stato

Irpef, Imu, Ires Irap e Tasi. E' lunga la sfilza di imposte che devono essere versate entro la data del 16 giugno, nel Tax Day durante il quale il fisco italiano dovrebbe incassare oltre 40 miliardi di euro in sole 24 ore di tempo. Si tratta di un “gruzzoletto” inferiore di quasi 5 miliardi di euro rispetto a quello raccolto nel 2015, visto che sono state eliminate nell'ultimo anno le tasse sulla prima casa (le imposte immobiliari colpiranno infatti soltanto le abitazioni secondarie o i fabbricati commerciali). Ecco, di seguito, una panoramica sulle scadenze del Tax Day.

Imu e Tasi

E' fissata per il Tax Day del 16 giugno la scadenza per il versamento dell'acconto dell'Imu e della Tasi, le due principali imposte che gravano sugli immobili. Da quest'anno, è stata cancellata la Tasi sulla prima casa (l'Imu già non c'era più). Dunque, dovrà effettuare il versamento delle due imposte immobiliari soltanto chi possiede delle seconde case o chi è proprietario di immobili commerciali.

Leggi anche: 730 precompilato, istruzioni per l'uso

Irpef

Entro il 16 giugno, va versato il saldo dell'Irpef e delle addizionali comunali e regionali (per chi risulta a debito su queste imposte, in base al modello Unico o al 730). E va versata pure la prima rata dell'eventuale acconto (sempre dell'Irpef) dovuto per l'anno successivo. Chi sceglie di posticipare il pagamento ed eseguirlo a luglio, è sottoposto invece a una maggiorazione dello 0,4% sull'importo.

Leggi anche: 730 precompilato, quando scattano i controlli

Ires

I versamenti a saldo e l’eventuale primo acconto dell'Ires (l'imposta sui redditi societari) devono essere eseguiti entro il giorno 16 del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta. Dunque, per chi chiude i bilanci al 31 dicembre, la scadenza è fissata al 16 giugno. Chi sceglie di posticipare il versamento al 30 giugno, invece, paga una maggiorazione dello 0,4% sull'importo.

Irap

Anche per l'Irap (l'imposta sulle attività produttive), il 16 giugno coincide con la scadenza del versamento del saldo e della prima rata di acconto (il pagamento della seconda rata è fissato invece per il 30 novembre). Le modalità sono le stesse previste per il saldo e per l'acconto dell'Ires e dell'Irpef.

Cedolare secca

Il Tax Day del 16 giugno coincide anche con il termine ultimo per versare il saldo e la prima rata di acconto sul 2017 della cedolare secca, cioè l'imposta sostitutiva del 21% pagata da chi dà in affitto un'immobile residenziale (per le abitazioni messe in locazione a canone concordato, l'aliquota è del 10%)

Ti potrebbe piacere anche