Tre Start-up del mondo food
Tre Start-up del mondo food
Economia

Tre Start-up del mondo food

Lorenzo Vinci, Primo Taglio e Foodscovery: tre idee di business sull'eccellenza del made in Italy

Unire la tecnologia digitale e il mondo dell’enogastronomia italia: è questa la sfida delle oltre 100 startup che dal 2010 ad oggi sono nate nel settore del food, secondo un censimento effettuato da SiamoSoci.it. A oggi solo il 6% dei piccoli/medi produttori utilizza il web per promuovere i propri prodotti, mentre la domanda di Made in Italy continua a crescere nonostante la crisi. Si stima che entro il 2019 l’export italiano raggiungerà un valore pari a 16,6 miliardi di euro, di cui 2,6 miliardi generati dal solo settore alimentare.
Secondo la Survey "Global Marketing Effectiveness in the Retailer Landscape and the Impact of e-Commerce" elaborata da Nielsen, solo l’8% degli italiani acquista prodotti alimentari online, preferendo assicurarsi personalmente della bontà dei prodotti acquistati, mentre il 23% risulta essere ancora contrario all’utilizzo di internet per fare la spesa. Il mercato presenta dunque importanti opportunità di crescita per i retailer online, che dovranno però essere perseguite con il mix giusto di prezzi convenienti, facilità d’uso e un solido rapporto di fiducia con il consumatore.
C'è chi però ha già raggiunto risultati importanti sfidando la digitalizzazione. Ecco alcuni nomi.

1 - Lorenzovinci.it

Lorenzo Vinci (lorenzovinci.it) nasce come intermediario tra produttori e clienti finali con l'obiettivo di portare online i migliori prodotti gourmet provenienti dall’intero territorio italiano e lo fa proponendo ogni settimana ai suoi clienti l'enogastronomia delle piccole/medie imprese a un prezzo scontato del 20/30% rispetto al listino. “I prodotti in vendita sul nostro portale sono selezionati con un attento controllo di qualità - ci spiega Federico Pastre co-founder di Lorenzo Vinci - Sono prodotti gourmet, tradizionalmente venduti esclusivamente nelle piccole gastronomie locali e quindi impossibili da trovare sugli scaffali della grande distribuzione.”

Al centro, la food experience del cliente: "I prodotti in e-commerce vengono proposti durante eventi di show cooking, serate create per permettere al cliente di testarli e assistere alla preparazione live degli stessi avendo la possibilità di interagire con i nostri chef. Su Il Giornale curiamo un blog di cucina dove i food blogger forniscono ai nostri clienti informazioni sull’origine dei prodotti che acquistano e ricette per esaltarne al meglio le qualità".


2 - Primo Taglio

Primo Taglio si presenta come "la bottega in un clic": prodotti freschissimi ogni giorno consegnati direttamente a casa. Sullo store online è infatti possibile acquistare latticini, pane, frutta, verdura, salumi, pasta, dolci e liquori. "Il successo del progetto è garantito dalla logistica integrata e strutturata secondo una meccanica A per C per garantire due obiettivi: il freschissimo ogni giorno e un servizio distintivo che si prende cura di ogni passaggio, dall’ordine alla stretta di mano con il cliente - ci spiega Antonio Romano, COO del Gruppo Amodio e project leader di Primo Taglio - Il giorno A vengono raccolti gli ordini, il giorno B vengono prodotti e il giorno C si procede alla consegna. La produzione dei freschissimi viene fatta on-demand: viene avviata infatti solo al momento dell’ordine del cliente".

Il servizio di spedizione è dedicato, non esternalizzato ad un corriere specializzato, ma curato personalmente dalla società tramite i "messaggeri del gusto". "È così che riusciamo a garantire al cliente un orario di consegna specializzato e consigli su come cucinare ed abbinare i prodotti e come conservarli al meglio" continua Antonio. "Il nostro obiettivo è quello di diventare il market leader della spesa online di qualità. Crediamo fortemente nella nostra innovazione di processo ed è per questo che vediamo in “Esselunga a casa” il  nostro concorrente principale sull’area di Milano per la tipologia di servizio offerto.”

3 - Foodscovery

Foodscovery è un marketplace di eccellenze gastronomiche italiane che valorizza e commercializza l’agroalimentare nostrano d’eccellenza. I prodotti, di altissima qualità ma deperibili, sono attentamente selezionati da Fabio di Gioia e Mario Sorbo, i due fondatori del progetto, che girano quotidianamente l’Italia a caccia di selezionatissimi prodotti gourmet. "Foodscovery è una community, uno stile di vita, per tutte quelle persone che la pastiera la comprerebbero solo a Napoli e i cannoli solo a Palermo" spiega Di Gioia. "Vogliamo trasmettere ai nostri clienti la stessa esperienza che abbiamo vissuto nel momento in cui abbiamo assaggiato per la prima volta il prodotto ed è per questo che  Foodscovery ha l’aspetto di una vera e propria food gallery, dove è possibile esplorare i prodotti, scoprirne la storia e conoscerne i produttori".

"Ci avvaliamo di un corriere espresso per qualsiasi spedizione, sia per prodotti freschi che non, con consegna entro 24/48 dal momento del ritiro presso la sede del produttore" continua Fabio. "Inoltre, il trasporto di alimenti deperibili è garantito dall’utilizzo di appositi contenitori isotermici refrigerati con adeguati quantitativi di gel refrigerante o ghiaccio secco, idonei a mantenere inalterata la catena del freddo fino a 72 ore dal momento della spedizione".

I produttori hanno la possibilità di gestire e monitorare le vendite tramite la piattaforma. Ad ogni ordine effettuato il produttore riceve una notifica sul telefonino e può dunque procedere alla preparazione dei prodotti da spedire indicando al cliente il primo giorno utile per la consegna. Pagamento, logistica, servizio clienti sono invece gestiti direttamente dalla piattaforma per supportare il produttore al meglio nella sua attività.


Ti potrebbe piacere anche

I più letti