Start - up: si vince solo con un incubatore
Marion Ruszniewski/AFP/Getty Images
Start - up: si vince solo con un incubatore
Economia

Start - up: si vince solo con un incubatore

Grazie ai programmi si sviluppo oggi è più facile per un neo laureato trasformare un'idea in una grande impresa

Che oggi sia più facile far nascere da un’idea una grande impresa, lo dimostra il capitale che in media è necessario per partire (qualche decina di migliaia di euro) e le valutazioni che hanno raggiunto sul mercato le start - up più in voga.

Come Snapchat:  in due anni è diventata così appetibile sul mercato da ricevere un’offerta di 3 miliardi di dollari da un gigante come Facebook; offerta poi clamorosamente rifiutata dai fondatori.

Cosa si celi dietro questa decisione, che tanto ha fatto scalpore Oltreoceano, lo ha spiegato John Naughton, autore del libro "From Gutenberg to Zuckerberg: What You Really Need to Know About the Internet", in un articolo pubblicato sul sito del quotidiano britannico The Guardian:  una nuova bolla nelle tecnologie.

Le uniche interpretazioni del "no" a Zuckerberg, per Naughton, non possono che essere tre: i fondatori di Snapchat sono idioti; hanno un piano per trasformare Snapchat nel prossimo colosso di internet; o credono di ottenere di più da un altro pretendente.

Le cifre astronomiche, inoltre, danno l’idea delle dimensioni che ha raggiunto oggi la bolla. I danni, quando (e se) scoppierà, tuttavia, saranno inferiori rispetto a quelli provocati dalla bolla della new economy.

E questo perché trasformare una start - up in un'impresa oggi richiede meno capitali di partenza.

Secondo l’esperto, sono sufficienti 50.000 dollari; vent’anni fa ne occorrevano almeno 5 milioni.

Oggi, infatti, basta un business plan convincente e rivolgersi a un incubatore.

Naughton fa un nome su tutti: Y Combinator, fondato nel 2005 grazie a un’idea di Paul Graham, ha aiutato nascere ben 550 start - up. Di queste, 287 hanno un giro d'affari complessivo superiore a 11,7 miliardi di dollari, inclusi tre nomi noti anche ai non addetti ai lavori: Dropbox, Airbnb e Reddit. 

"Quando mi sono laureato nel 1986 - ha scritto Graham - per un giovane c’erano solo due possibilità: trovare un lavoro o proseguire la carriera universitaria. Oggi ce n’è una terza via: aprire una start - up".

Leggi l'articolo integrale: Want your startup to be a winner? Get an incubator

Ti potrebbe piacere anche

I più letti